Questo sito contribuisce alla audience di

Scatolette per cani sotto accusa........................

Ogni anno spendiamo centinaia di euro per nutrire i nostri animali domestici, ma cosa diamo da mangiare a loro in realtà ?

L’appello dell’OIPA mette sotto accusa le scatolette per
cani e gatti
Il rapporto dell’OIPA (l’Organizzazione Internazionale per
la Protezione degli Animali): “Il mercato dei cibi per cani e gatti
in espansione. Ma cosa diamo realmente da mangiare ai nostri amici a
quattro zampe?”
Scatolette sotto accusa
Per gli animali d’affezione spendiamo oltre 1 milione di
euro l¹anno, fra pappe ed altro. Negli Stati Uniti, dove il mercato
è già saturo, la spesa annua per il pet food raggiunge gli 11
miliardi di dollari all’anno. Quello del pet food è un settore assai
lucrativo ed in rapida espansione, tanto che la percentuale di
crescita annua delle vendite, qui da noi, si aggira fra il 5 e l¹8%.
Le maggiori aziende produttrici di pet food mantengono
colonie di cani e gatti per testare le nuove pappe messe in
commercio. Si tratta di test che NON sono obbligatori per legge.
Occhi, ossa, piume, becchi di uccello, sangue, intestini,
tendini, mammelle, esofagi, legamenti, parti malate, putrefatte o
cancerose degli animali macellati: ecco cosa si nasconde nei
cosiddetti sottoprodotti presenti nei pet food.
Cavalli, elefanti, cani, gatti, volpi, opossum, cervi,
serpenti: si può nascondere di tutto dietro la denominazione farina
di carne. Negli stati Uniti, dove viene prodotta la maggior parte
del pet food, non è vietato riciclare nei mangimi animali domestici
cani e gatti eutanasizzati perché malati oppure soppressi nei rifugi
per randagi.

Conclusioni

Evitate di comprare le marche della lista negativa e
rivolgetevi a quelle della lista positiva (vedere sito
www.oipaitalia.com). Ricordatevi che per gli snack valgono gli
stessi discorsi fatti sopra. Privilegiate le linee biologiche,
tenendo conto che è necessaria la certificazione di un ente
riconosciuto. Sommergete le aziende di lettere di protesta e
diffondete il più possibile questo articolo. Quando possibile
cucinate per il vostro cane o gatto, tenendo presente che le sue
esigenze sono diverse dalle nostre: da evitare i cibi conditi, bene
di tanto in tanto riso, pasta, uova sode o alla coque, carote e
zucchine bollite.

Link correlati