Questo sito contribuisce alla audience di

Clonazione. Che confusione!

C'e' poi cosi' tanta differenza tra chi clona un animale e chi fa accoppiare due cani per avere cuccioli con pedigree?

La BioArts International, a quel tempo l’unica societa’ a livello mondiale a possedere la licenza per la clonazione di cani e gatti, ha annunciato lo scorso Settembre la sospensione dei loro progetti di clonazione a pagamento enumerando sei ragioni.

Una di queste ragioni, forse la piu’ importante, e’ il fatto che la Bio Arts ritiene che il “mercato” per la clonazione di animali domestici sia troppo di nicchia.

Non la pensa allo stesso modo la RNL Bio, una societa’ Coreana che ha nel frattempo acquisito i diritti per la clonazione di cani, ponendo cosi’ fine a una lunga disputa legale, e che ha annunciato che entro l’Aprile del 2010 aprira’ a Yongin il piu’ grande centro di ricerca del mondo per la clonazione canina.

Ma chi clonerebbe il proprio cane quando ce ne sono a milioni di randagi o che soffrono in canile?

Chiunque vada a comprare un cane da un allevatore o in un negozio perche’ abbia un pedigree moralmente fa una scelta molto simile. Ogni anno si “producono” cani con un DNA particolare per avere un cane di razza e nessuno protesta. Vi sono casi in cui un tale rimprovero provoca reazioni molto forti tra gli amanti di razze specifiche di cani. Il sospetto che cio’ sia dovuto a un fortissimo caso di “coda di paglia” non e’ infondato.

Senza addentrarsi troppo nel problema etico della metodologia della clonazione, si deve ammettere che c’e’ poca differenza tra chi compra cani di razza perche’ abbiano un aspetto di un certo tipo e chi vuol far clonare il proprio cane per avere un cagnolino che gli ricordi, almeno nell’aspetto, il compagno che ha perso.