Questo sito contribuisce alla audience di

Paolo Conte: laurea ad honorem e "Riccio d'Argento".

Settima calabrese per il cantautore astigiano.

In un teatro gremito da fans provenienti da tutta Italia ed anche dall’estero, in chiusura del tour teatrale invernale, Paolo Conte ha ricevuto a Lamezia Terme il quarto “Riccio d’Argento” di “Fatti di Musica 2007″, XXI edizione della rassegna del miglior live d’autore ideata ed organizzata da Ruggero Pegna.
Dopo il conferimento della laurea honoris causa in pittura di due giorni fa all’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro, Paolo Conte ha ricevuto ieri sera l’oscar del live italiano, realizzato dal celebre orafo Gerardo Sacco, dal sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza e dall’assessore alla Cultura di Catanzaro, Antonio Argiro’. Straordinario il calore del pubblico che ha accompagnato con autentiche ovazioni l’esecuzione di ogni brano fino ai numerosi bis, seguiti da interminabili applausi e dalla standing ovation finale, dopo l’ultima “Via con me”. Visibilmente emozionato anche lo stesso Conte che, a fine serata, si e’ intrattenuto con alcuni fans giunti per l’occasione a Lamezia Terme dagli Stati Uniti e dalla Spagna.
Con questo appuntamento si e’ chiusa anche la prima edizione di “Lamezia d’Autore” dedicata quest’anno a tre grandi pianisti italiani: Giovanni Allevi, Sergio Cammariere e Paolo Conte, organizzata da Pegna con l’Amministrazione Comunale, che ha fatto registrare per ogni concerto il tutto esaurito con largo anticipo.
Paolo Conte e’ stato magistralmente accompagnato in questa magica serata, autentica gemma di “Fatti di Musica 2007″, dai suoi storici musicisti: Daniele Di Gregorio, pianoforte, batteria e marimba, Jino Touche, contrabbasso e chitarra, Daniele Dall’Omo, chitarra, Massimo Pitzianti, pianoforte, tastiera, fisarmonica, bandoneon, clarinetto e sax baritono, Claudio Chiara, basso, tastiera, fisarmonica, sax alto, sax tenore, sax baritono e flauto, Luca Velotti, sax soprano, sax tenore, sax contralto, sax baritono e clarinetto, Lucio Caliendo, oboe, fagotto e percussioni.
Il fine settimana calabrese di Paolo Conte era iniziata con la consegna della laurea all’Accademia delle Belle Arti di Catanzaro. La laudatio, dal titolo “Quanta strada nei miei sandali. Paolo Conte e il viaggio”, e’ stata magistralmente tenuta dal professore Mauro F. Minervino, docente di antropologia culturale ed etnologia dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. La laurea honoris causa a Paolo Conte e’ stata poi conferita dal Professore Rocco Pangaro, direttore dell’Accademia catanzarese. Alla proclamazione dell’Accademico e’ seguita la lectio magistralis di Paolo Conte dal titolo “Razmataz - La bellissima negritudine”.




(Fonte: www.noipress.it)

Ultimi interventi

Vedi tutti