Questo sito contribuisce alla audience di

Tanti cuori ed un casale.

I ragazzi reclusi nel carcere minorile di Casal del Marmo attraverso il giornalino Garcon parlano, di amore, gelosia e tradimento.

SECONDO ME….LA GELOSIA

Secondo me la gelosia in una coppia ci deve essere da entrambe le parti ma non deve essere nè morbosa nè eccessiva. Per mia opinione si uccide per amore o gelosia ma è più potente l’amore. Secondo me iniziano ad avvertire delle insicurezze e quindi cominciano a dire “Non ti vestire in un determinato modo. Non ti faccio uscire con gli amici o amiche.” E lì che scattano le piazzate in pubblico. La gelosia porta alla rottura di un rapporto perchè non si trova quasi mai un punto d’incontro.

Generano gelosia gli atteggiamenti di una persona molto socievole ed esuberante di carattere. La gelosia fa parte della natura umana perchè se sei affezionato ad una persona hai paura che qualche altro te la può portare via. Penso che il geloso o la gelosa non possono trarre tanti vantaggi perchè se ne possono approffittare. Il sentimento, secondo me, è più vivo nell’uomo perchè l’uomo per gelosia verso la donna non la fa vivere facilmente perchè ha paura che lei possa fare cose irreparabili. Questo sentimento si affronta se nella coppia c’è piena fiducia uno dell’altra! Esso può essere educato e trasformato se le persone sono adulte e non due adolescenti. L’uomo può essere geloso se la donna che ha accanto è più giovane, se è appariscente, scherzosa. Per la donna è differente: essa è gelosa se ha accanto un uomo valido ed affascinante.

Ma adesso c’è la parità dei sessi non è un problema come prima anche perchè ai tempi di oggi il sesso si fa anche senza amore. Prima ci si pensava di più, adesso è una cosa normalissima anche tra i giovani. La gelosia può diventare una malattia e non c’è da scherzare con lei perchè è una condizione psicologica. Una persona gelosa può amare con tutto se stesso l’altra persona. Ho provato questo sentimento e non l’ho vissuto bene con la prima persona importante della mia vita, ero molto gelosa ed insicura. Avevo paura che qualche altra me lo portasse via. Ma poi ho capito che non meritava tutto quello che io fecevo per lui e quindi ho deciso di chiudere. Sono stata molto male e tuttora quando lo vedo con altre ragazze mi da fastidio ed anche per lui è la stessa cosa.

Ma questo mi ha fatto diventare più forte perchè per il resto sono le persone che io ho accanto ad essere gelosi di me ma io sono contenta perchè si vede che ci tengono veramente, basta che non diventa una cosa morbosa perchè non lo sopporterei: deve essere una cosa moderata. Ciao a tutti alla prossima storia.

Sara

E’ PIU’ DOLOROSO IL TRADIMENTO DI UN FIDANZATO O DI UN’AMICA?

Ho conosciuto la mia più cara amica quando avevo otto anni, era veramente la mia amica del cuore, ci raccontavamo tutto quello che facevamo, tutto quello che sapevamo. A 14 anni avevo un fidanzato e solo lei lo sapeva, l’avevo pregata di non dire niente a nessuno.

Dopo un anno di fidanzamento loro si sono messi insieme ed io neanche lo sapevo, non mi hanno detto niente, ma nel frattempo lei continuava a consigliarmi di lasciare questo ragazzo, continuava a parlarmi male di lui, fino a quando un giorno mia cugina mi ha confidato che loro stavano insieme.

La mia amica a quel punto ha negato dicendo che mi raccontava queste cose perchè era gelosa della nostra amicizia. Poi il mio fidanzato mi ha confessato che era vero e quando l’ho scoperto, sconvolta, lo volevo lasciare….ma non ci sono riuscita, perchè lo amavo troppo ed ho accettato di continuare a stare con lui pur sapendo che anche la mia amica ci stava ancora. E’ trascorso un altro anno durante il quale entrambe stavamo con lui mentre io e lei non ci parlavamo più, fino a quando la mia amica è partita ed è stata via cinque mesi. Quando è tornata è venuta da me a scusarsi, giurandomi di essere pentita per quello che mi aveva fatto.

In tutto sono stata fidanzata con questo ragazzo per tre anni , alla fine dei quali lui mi ha chiesto di sposarlo ed io gli ho risposto di noi; allora lui è scappato a Genova con un’altra ragazza.

Ora io e la mia amica andiamo di nuovo d’accordo, siamo di nuovo grandi amiche e nessuna delle due parla più con lui.