Questo sito contribuisce alla audience di

"Osama" di Siddiq Barmak

Una vicenda realmente accaduta, un film-denuncia. Mostra la detenzione delle donne nelle carceri di Kabul. La maggior parte degli interpreti non sono attori professionisti ed è girato interamente nelle strade, nei luoghi di preghiera e nelle prigioni afghane. La giovanissima protagonista supestite al carcere e alla condanna a morte per lapidazione verrà condotta dal suo salvatore, a cui deve essere grata, in un'altra "prigione" non meno dolorosa.

ANNO: Afghanistan / Giappone / Irlanda 2003
GENERE: Drammatico

REGIA: Siddiq Barmak

CAST: Marina Golbahari, Arif Herati, Zubaida Sahar, Gol Rahman Ghorbandi, Mohamad Haref Harati, Mohamad Nader Khadjeh, Khwaja Nader, Hamida Refah.

DURATA: 82 ‘

 

Osama

 

TRAMA: Kabul, non molto tempo fa. Tre donne, una ragazzina di 12 anni, sua madre e sua nonna, sono sopravvissute alla repressione delle manifestazioni di protesta organizzate dalle donne afgane all’inizio del regime talebano. La legge proibisce alle donne di uscire di casa senza essere accompagnate da un uomo. In caso contrario verranno severamente punite.Il marito ed il fratello sono morti, non c’é nessuno che possa aiutare le tre donne, non possono lavorare, non possono uscire di casa. Manca un uomo. La madre (Zubaida Sahar), decide insieme alla nonna di travestire la figlia da maschio: l’unico modo per procurarsi un lavoro ed un po’ di pane per sopravvivere. Da ora in poi Maria (Marina Golbahari) si chiamerà Osama. Da questo momento Osama comincia a vedere la vita con nuovi occhi. Dopo aver cominciato il suo nuovo lavoro come aiutante di un lattaio, Osama viene portata insieme a tutti i maschi del quartiere, alla scuola religiosa “Madrassa”, che é anche il centro di addestramento militare

 

 

View trailer sul sito ufficiale del film.

Link correlati