Questo sito contribuisce alla audience di

Minorata mentale segregata nel bagno di casa per 30 anni.

Pescara. Giuseppina, 52 anni è stata segregata per trent'anni dalla madre nel bagno dell'appartamento di famiglia.Viveva senza alcun contatto con il mondo esterno, consumando in solitudine i pasti che le venivono serviti in una ciottola di plastica simile a quella dei cani.

A denunciare la situazione della donna è stato uno dei fratelli.

Giuseppina adesso è ricoverata nel reparto psichiatrico dell’ospedale di Pescara. Il medici che stanno seguendo il caso asseriscono che la reclusione forzata e la mancanza di stimoli esterni hanno contribuito ad aggravare il disagio psichico della donna.