Questo sito contribuisce alla audience di

Ultimi interventi

prossimi 10 »
  • E-Mail d'amore ai violentatori minorenni

    I messaggi delle teenagers a due minorenni arrestati per uno stupro di gruppo Sono comparse su un sito di Lanciano accanto alle fotografie dei ragazzini indagati per violenza sessuale: "ti amo..." "Non ti preoccupare di quello che dice la gente". Situazione simile si verificò per Pietro Maso...

  • Napoli: quindicenne deruba e stupra una donna.

    Orrore a Napoli, dove un 15enne ha stuprato una donna di 30 anni e poi l'ha derubata della borsetta e minacciata con una pistola. Dopo lo stupro è fuggito a bordo di uno scooter, ma è stato identificato e fermato dalla polizia grazie all'identikit fornito dalla vittima, che ha potuto vederlo in faccia quando, durante la violenza, si è tolto il casco. Il ragazzino è ora in un centro di prima accoglienza.

  • il fenomeno del "bullismo"

    Il fenomeno del 'bullismo' tra bambini e adolescenti sta crescendo in Italia in maodo preoccupante. Emerge da una ricerca condotta da Telefono Azzurro su 3.453 ragazzi tra 7 e 18 anni: il 35,4\% è coinvolto dal fenomeno. Decisiva risulta la presenza degli spettatori: l'85\% degli episodi di 'bullismo' avviene, infatti, in presenza del gruppo a cui il bullo e la vittima appartengono. Telefono Azzurro ha messo a punto una guida per informare e combattere il fenomeno, sono tanti e diversi tra loro i casi denunciati dai ragazzi: aggressioni per la merenda del compagno, pettegolezzi e invenzioni volgari sulle ragazzine, furti e violenze in classe e all'uscita della scuola. Dalle telefonate emerge un elemento preoccupante: i ragazzi non si sentono compresi da genitori e insegnanti. «Non fanno niente per aiutarmi - racconta L., 10 anni - non intervengono

  • Francia: minori reclusi in "prigioni-scuole"

    Le «case di correzione» per minorenni sono state chiuse in Francia nel '78. Ma poiché la legge prevede l'imprigionamento dei minorenni, sono stati aperti i «quartieri» nelle carceri per adulti e, dal 2002, esistono i Centri educativi chiusi. I nuovi istituti penitenziari per minorenni saranno delle «prigioni-scuole», ha spiegato il ministro: 20 ore di corsi la settimana, 20 ore di sport, più attività artistiche e culturali. Ogni detenuto avrà un «binomio» di adulti come punto di riferimento (un sorvegliante e un educatore).Il ministro inoltre ha deciso a causa dell'alta percentuale di fuga dei minorenni reclusi, di rinforzare le misure di sicurezza.

  • "Non potete farci niente: siamo minorenni!"

    E' la frase più comunemente pronunciata dai minori subito dopo l'arresto."Lo rilevano i verbali degli interrogatori" dice Simonetta Matone, Giudice del Tribunale minorile di Roma. E la notizia che probabilmente tra breve Omar potrà uscire dal carcere crea indignazione nell'opinione pubblica. Non abbiamo scordato il massacro di Novi Ligure.

  • Bambini di strada

    Quei bambini vaganti, quelle gangs di piccoli dediti all'accattonaggio ed alla microcriminalità... Sono i figli dell'abbandono, della miseria, della violenza. Fuggiti dai centri di recupero, da famiglie sfasciate e dalla dittatura degli orfanotrofi.Se non pensiamo a loro adesso saranno i criminali del futuro.

  • Baby Kamikaze

    Non c'è carcere per i genitori palestinesi che alimentano nei loro bambini il terrorismo suicida?

  • Minori e devianza: cenni storici

    Minori e detenzione in Italia dal Medioevo ai giorni nostri. Cenni storici sulla nascita dei carceri minorili nel resto del mondo.

  • Minori in carcere: la situazione attuale in Italia

    L'allarme arriva da Napoli. Diminuiscono i reati commessi da ragazzi italiani, aumenta il numero di extracomunitari detenuti negli istituti minorili.

  • Brasile: carceri minorili quasi al completo.

    Il Brasile è uno tra i paesi del mondo con il più alto tasso di criminalità minorile. I reati maggiormente commessi dai ragazzi sono legati all'uso ed allo spaccio di sostanze stupefacenti.