Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Complimenti

Domanda

Salve, mi chiamo Claudio, mi complimento per il suo modo di trattare l'argomento a volte con ironia ma toccando sempre temi importanti e vicende attuali. Le faccio i miei complimenti per la schiettezza e per quelle opinioni che lei definisce scomode. Anche a me il libro di Cannavò "La liberta dietro le sbarre" non è piaciuto. Conoscendo l'ambiente l'aver esternato il suo parere temo che le creerà dei problemi. Auguri per la sua professione. Claudio

Risposta

Gent.le Claudio,

la ringrazio perchè apprezza ciò che scrivo mi sono permessa di omettere, nella pubblicazione la sua professione ed altri suoi dati perchè temo più che a me questa scomoda opinione possa nuocere a lei. Apparte gli scherzi, come avrà notato all'interno della Guida appaiono tra le varie Categorie due sezioni, rispettivamente "Libri consigliati dalla Guida" e "Libri che non sono piaciuti alla Guida" la mia quindi è un'opinione che non mi permetterei di esprimere se non avessi avuto modo di conoscere la realtà del carcere di San Vittore. Ho avuto purtroppo la presunzione di pensare, avendo lavorato e visitato istituti penitenziari esteri in zone a rischio che
accedere al San Vittore, tramite un art.17, al fine di svolgere una ricerca e presentare una campagna contro la pena di morte, fosse cosa da poco. E' un'istituto purtroppo con una svariata serie di problematiche causate dalla difficoltà del personale, già carente, nel gestire un'afflusso incredibile e dico incredibile di persone che definirei "personaggi" che vi accedono quotidianamente con art.17, permesso che si concede ai volontari. (in realtà non tutte queste persone sono operatori sociali o veramente impegnate in progetti umanitari, alcuni non aderiscono ad alcuna associazione, sono solo spinti dalla morbosa curiosità di visitare un carcere)Ciò ha trasformato negli anni, quell'istituto in un'enorme calderone; si è andato a perdere quindi l'intento iniziale dell'ex direttore Pagano di farne un carcere "libero", più che libertà ho infatti notato veramente tanta confusione.
Il periodo che ho trascorso all'interno di questo istituto penitenziario, coincide con il periodo in cui il giornalista Cannavò stava lavorando al suo libro. Il mio non è un'attacco personale all'autore con il quale non ho avuto la fortuna di colloquiare, ma semplicemente un'opinione sui suoi scritti che a mio parere non rispecchiano la realtà.

Detto ciò, l'avviso che continuerò ad esprimere in futuro opinioni,( altrove mi sono spesso auto-censurata anche davanti a questioni orribili quali morti di persone innocenti ed ingiuste carcerazioni, in Italia non lo farò, abbiamo la libertà di stampa) su libri, films, realtà carcerarie, diritti umani cercando di non essere offensiva ma di esprimere un parere con l'intento di far riflettere e di analizzare una determinata situazione.
Se mi incarcereranno per questo vuol dire che una volta uscita di prigione avrò qualcosa in più da raccontarvi.
Cari saluti
Guida Carcere

a_i*** - 15 anni e 5 mesi fa
Registrati per commentare