Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Perchè si parla poco di criminalità al femminile?

Domanda

Cara Web-Angel, mi chiamo Monica sono una studentessa di legge e vorrei proseguire gli studi con un master in criminologia. Trovo molto interessante la sua rubrica, saprebbe consigliarmi un libro sulla criminalità femminile, perchè si parla sempre di crimini commessi da uomini? La saluto e la ringrazio per la risposta Monica

Risposta

Cara Monica,

non si parla molto di criminalità femminile, perchè noi donne biologicamente e socialmente siamo meno predisposte a commettere atti criminali in particolare di entità violenta.
Questo lo dimostrano le statistiche riguardanti le presenze femminili negli istituti penitenziari che sono nettamente inferiori a quelle maschili ed ancora gli studi dei ricercatori sulla criminalità.
Le donne hanno capacità reattive molto differenti dagli uomini: se è vera la teoria che la vittima può diventare a sua volta carnefice a causa del torto subito e della rabbia repressa (come si verifica spesso nell'individuo pedofilio o nel serial killer che uccide donne perchè le donne gli hanno sempre fatto del male)è anche vero che le donne che sono state vittime durante l'infanzia di atti violenti
(in alcuni casi poichè dipende anche dalla personalità del soggetto e dalla capacità di reagire e superare l'evento traumatico)tendono a farsi del male, anzichè farlo. Cadendo nella depressione ad esempio.
Anche nelle associazioni criminali e nella mafia la donna storicamente ha avuto sempre un ruolo di secondo piano (come compagna o moglie del boss).
Le consiglio di leggere il libro LA CRIMINALITA' FEMMINILE TRA STEREOTIPI CULTURALI E MALINTESE REALTA' AUTORE DE CATALDO EDIZIONI CEDAM-PADOVA
Guida Carcere

gui*** - 15 anni e 3 mesi fa
Registrati per commentare