Questo sito contribuisce alla audience di

La Stella della Senna - Il tulipano nero

Titolo: "La Seine no Hoshi" (La Stella della Senna) N° episodi: 39 Casa di produzione: Sunrise, Unimax Storia: Mitsuru Kaneko Character Design: Akio Sugino Regia: Yoshiyuki Tomino Musiche: Shunsuke Kikuchi

La Stella della Senna - Il tulipano nero

Nel 1975, siccome Riyoko Ikeda continuava a non concedere i diritti per trarre una serie animata dal suo Versailles no Bara, si pensò di sfruttare la popolarità e il successo che la Rivoluzione Francese aveva fra il pubblico nipponico creando La Seine no Hoshi, serie tv appunto, ambientata alla fine del 1700 in Francia. Per dare vita alle avventure di Simone e compagnia fu riunito un cast di tutto rispetto a partire dal Character Designer Akio Sugino (famoso per il chara di Ace o nerae/Jenny la tennista e che in futuro lavorerà a Onisama e…/Caro Fratello). La regia fu affidata a Yoshiyuki Tomino che diverrà niente popò di meno che il creatore di Gundam, mentre le musiche erano dell’osannatissimo Shunsuke Kikuchi.

L’ambientazione fu leggermente modificata rispetto a Berubara, infatti si pensò di prendere in considerazione il periodo storico dal punto di vista del popolo parigino, invece che incentrare l’attenzione sui nobili e al tutto fu dato un certo “taglio supereroistico” creando ex-novo la figura della Stella della Senna (riprendendo per certi versi, dal manga della Ikeda, la donna in “panni maschili” che combatte abilmente con la spada) e affiancandole il più famoso Tulipano Nero.

Simone Lorène, la nostra protagonista, è la figlia adolescente di due umili fiorai della Parigi della fine del 1700. Il popolo francese di quel periodo è vessato dalle tasse e dai “capricci” dei nobili della vicina Corte di Versailles, inoltre persino le guardie della città fanno di tutto per causare ulteriori ingiustizie ai danni dei cittadini poveri. E’ in questo clima che iniziano a nascere i primi moti rivoluzionari e alcuni coraggiosi lottano contro i nobili, ma neppure loro riescono a fare molto per cambiare la situazione, in quanto vengono spesso arrestati e/o costretti a vivere in clandestinità. Ma il popolo non è del tutto solo: uno spadaccino mascherato che si fa chiamare il Tulipano Nero combatte per loro riuscendo a porre rimedio a qualcuna di queste ingiustizie.Un giorno Simone viene notata da un vecchio Conte che vive vicino Parigi, tale nobiluomo è il Conte De Voudrel e invita Simone a frequentare casa sua.

Qui l’uomo le insegna ad usare la spada e la “trasforma” nella Stella della Senna, paladina mascherata che aiuterà il Tulipano Nero nella difesa dei poveri e degli indifesi ed è sempre qui che la ragazza conosce Robert De Voudrel, il figlio del padrone di casa.
Quando i genitori di Simone muoiono in un agguato a seguito dell’ennesima ingiustizia causata dai alcuni soldati, il Conte la adotta e la fa studiare come una nobildonna in un rinomato convento. Prima di morire suo padre le aveva rivelato che lei non era la loro vera figlia, ma quando era appena una neonata era stata affidata a lui e a sua moglie da un nobile che le aveva lasciato anche un carillon, unico indizio per ritrovare i suoi veri genitori.
Nel convento Simone fa la conoscenza di Michelle, anche lei studentessa in quella scuola, e le due ragazze divengono presto amiche e confidenti.
Anche se è lontana dalla città Simone non si dimentica del popolo da cui proviene e, la notte, continua a vestire i panni della Stella della Senna e a combattere, scontrandosi spesso con il Capitano Jeroule che diverrà il suo più acerrimo nemico.

E’ al ritorno di una di queste escursioni che Michelle scopre la sua doppia identità e quando i nemici della spadaccina mascherata la mettono nei guai e la costringono a rivelarsi, Michelle prende il posto dell’amica e, travestendosi da Stella della Senna, resta vittima di un complotto architettato, a sua insaputa, dal suo stesso zio. Simone resta molto sconvolta dalla morte dell’amica ed è intenzionata sempre più a combattere per vendicarla e per porre fine a tutto.

Intanto Robert viene accusato ingiustamente di aver attentato alla vita di Re Luigi XVI e viene esiliato; Simone perde così anche il sostegno del suo fratello adottivo, ma le resta sempre il fidato Danton, un bambino che viveva con lei e i suoi genitori al negozio di fiori, che conosce benissimo la sua identità segreta e che l’aiuta nella sua lotta.

Ad un certo punto della storia anche il Conte De Voudrel muore per le ferite riportate in un agguato causato da un suo “amico” di gioventù il quale è a conoscenza del segreto della nascita di Simone e non vuole che la verità venga a galla.

Quando finalmente il Tulipano Nero, che era sparito misteriosamente alla partenza di Robert, fa ritorno a Parigi, Simone scopre che sotto la sua maschera si cela il suo amato fratello adottivo, che in fondo non considera poi solo come un fratello…

La Rivoluzione è alle porte, il popolo insorge ed è a questo punto che La Stella della Senna, una notte mentre sta fuggendo dal palazzo di Versailles, attirata dalla melodia di un carillon, incontra la Regina Maria Antonietta: la musica che suona il carillon della Regina è la stessa di quello di Simone. E’ Robert che chiarisce tutta la situazione rivelando che le due donne sono sorelle: Simone è nata dalla relazione che il padre di Maria Antonietta ha avuto con una cantante d’opera. La Stella della Senna, quindi, è la sorella minore della Regina di Francia!!

Nonostante all’inizio Simone non riesca ad accettare la cosa e a perdonare Maria Antonietta per ciò che ha causato al popolo [ma era davvero tutta colpa sua???] finirà per “cedere” e per amare la ritrovata sorella.
E’ a questo punto che La Stella della Senna si ritrova a dover combattere contro chi aveva protetto fino a quel momento; la Rivoluzione è scoppiata e i rivoluzionari stanno perpetrando parecchi soprusi contro i nobili.
Maria Antonietta, prima di essere ghigliottinata, chiede a Simone di proteggere e portare via i suoi figli da Parigi. Sarà questa l’ultima azione compiuta dal Tulipano Nero e dalla Stella della Senna: Marie Therèse e Louis Charles verranno strappati dalle mani dei rivoluzionari e fuggiranno dalla città con Simone, Robert e Danton. I due bambini vivranno con una nuova famiglia lontano dalla rivoluzione.

La storia è molto carina e godibile (anche se molti misteri vengono rivelati subito senza aspettare la conclusione della serie rovinando “la sorpresa” al telespettatore), molti episodi sono collegati da una trama di fondo, ma ne troviamo anche un discreto numero di autoconclusivi, i quali non aggiungono un gran che alla storia di base. Il paragone con Versailles no Bara salta subito all’occhio, dati anche i molti punti in comune fra le due serie (ambientazione storica, una donna spadaccina, ecc… [Robert che va a giro vestito come Oscar quando indossa la divisa rossa nonostante lui non sia un soldato….^^]), ma La Seine no Hoshi ha veramente poco a che spartire con la serie ideata a Riyoko Ikeda; primo per il diverso pubblico a cui sono rivolti i due anime, infine perchè sono due cose totalmente diverse che non c’entrano niente l’una con l’altra, se non per il periodo in cui sono ambientate.

Questa serie arrivò in Italia a seguito del successo che avevano avuto le avventure di Lady Oscar e, nonostante fosse inferiore al capolavoro della Ikeda, riscosse un discreto successo,
Fortunatamente anche le forbici mediasettiane sono state lontano da questo anime, un po’ perchè non c’erano nè situazioni nè sangue da censurare (nonostante sia un cartone con spadaccini le ferite non vengono mai disegnate e il sangue si vede solo in un episodio quando La Stella della Senna viene ferita a una coscia). Abbiamo persino potuto ascoltare tutte le insert song presenti nella serie (quasi un vero e proprio miracolo!!), probabilmente le uniche cose che non abbiamo mai visto integralmente sono le sigle (anche se le nostre presentano alcune delle immagini originali). L’unico stravolgimento lo ha avuto il titolo che è divenuto “Il Tulipano Nero”, molto probabilmente per far leva sul fatto che da noi questo personaggio era già molto famoso grazie a tutti precedenti film dal vero che sono stati prodotti sul tema.
Tutto sommato in Italia, questa, è stata una serie molto fortunata. http://utenti.quipo.it/nekobonbon/Berubara/LaSeine/LaSeine.htm

La Stella della Senna - Il tulipano nero La Stella della Senna - Il tulipano nero La Stella della Senna - Il tulipano nero La Stella della Senna - Il tulipano nero

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti