Questo sito contribuisce alla audience di

Heidi

Heidi è un'orfanella che viene spedita dalla tutrice, la spocchiosa zia Dete, a vivere in montagna col nonno montanaro, in un paesino svizzero chiamato Mayenfeld

Heidi è un’orfanella che viene spedita dalla tutrice, la spocchiosa zia Dete, a vivere in montagna col nonno montanaro, in un paesino svizzero chiamato Mayenfeld; egli all’inizio la tratta con indifferenza, ma poi i due diventano inseparabili. Heidi passa le sue giornate sui pascoli insieme al pastorello Peter. A rovinare tutto ci pensa la zia Dete, che viene a riprendersi Heidi e la manda a studiare a Francoforte in una casa dove vive Clara, una bambina paralitica, a cui subito comunica la sua voglia di vivere. Ma in città Heidi non è felice, sia per via della nostalgia di casa, sia per la rigida disciplina imposta dalla severissima governante, la signora Rottenmeier. Dopo un attacco di sonnambulismo, in cui viene scambiata per un fantasma, finalmente ottiene di ritornare sui monti. Qui mantiene una fitta corrispondenza con Clara, la quale, l’estate successiva, la va a trovare. Per merito dell’aria di montagna (e di una mucca che la fa spaventare), Clara impara a camminare, facendo restare di stucco il padre, la nonna e la governante, quando la vengono a prendere.

Note: Tratto dal romanzo di Johanna Spyri. In Italia è stato realizzato anche un lungometraggio dal titolo “Heidi torna tra i monti”, nato da un’operazione di montaggio degli ultimi episodi della serie televisiva. L’unica particolarità riguarda le animazioni della sigla di testa e di coda che, per l’occasione, sono state sostituite da una serie di fermo immagine di alcuni disegni amatoriali, peraltro di pessima fattura, raffiguranti i principali protagonisti della serie. Record Assoluto: è stato il secondo cartone giapponese (anche se coprodotto coi tedeschi) trasmesso in Italia. Ebbe un enorme successo, il disco con la sigla cantata da Elisabetta Viviani battè tutti i record d’incasso. Di Heidi, oltre al disco della sigla uscirono altri due 33 giri intitolati “La storia di Heidi” prezzo 3500 lire, anno 1978, in copertina Heidi, Peter, il nonno, Nebbia e la capretta, sullo sfondo le montagne; nel secondo Heidi e Peter che corrono tenendosi per mano. Nota: In Giappone la serie animata ottenne un enorme successo tanto da sconvolgere anche le industrie di formaggio (si si hai letto bene). Il formaggio emmenthal diventa immediatamente conosciuto come “Heidi cheese” e le agenzie matrimoniali organizzavano cerimonie in trasferta in svizzera, i cosiddetti “Heidi kekkonshiki”, i matrimoni stile Heidi…pazzesco! (la potenza del cartone animato…). Nota: il primo cartone in assoluto è stato Vicky il Vichingo, trasmesso nel 1977, mentre al terzo posto figurano i Barbapapà. Record Assoluto: primo cartone ad avere venduto dischi della propria sigla, ha dato il via a un nuovo mercato discografico. Critici e sociologi rizzarono le orecchie: un nuovo fenomeno era in arrivo, i cartoni giapponesi erano sbarcati ufficialmente in Italia. E non per una breve visita. L’Italia diventerà la “seconda patria” dei cartoni giapponesi, nessun altro paese al mondo potrà vantare di aver assistito a tante serie quante quelle viste in Italia. Questa Lista dei Cartoni ne è la testimonianza; tanto per fare un confronto, fino al 1983 erano state trasmesse in Italia 146 serie, negli USA solo 19 (e pure contraffatte)

N°episodi: 52

Emittente della prima trasmissione, data della prima trasmissione in Italia: RAIUNO, Martedì 7 Febbraio 1978 alle 17:35 all’interno del contenitore “il Trenino” che iniziava alle 17:05

Sigla: Elisabetta Viviani

SCEHDA ISCANDAR.IT

TheJackal Web Site - Heidi

Heidi

Heidi - fumetti, film, card, figurine, pupazzi

SCEHDA ISCANDAR.IT

Heidi

http://www.mangaweb.it/iscandar/Heidi.html

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti