Questo sito contribuisce alla audience di

LEZIONE 5: I VOLUMI DEL CORPO: LE BRACCIA

Ed eccoci di nuovo qui! Scusatemi se questa volta ho dovuto posticipare l’uscita della lezione…ma causa esami universitari sono stata davvero molto occupata.


Mettiamoci, quindi, subito al lavoro!
Vi avevo lasciati, la volta scorsa, alle prese con il 1° sviluppo volumetrico di una parte del corpo, il busto. E per di più, dalla volta scorsa, non “copiamo” più dai personaggi esistenti ma abbiamo iniziato a creare noi da soli.

Dopo aver sviluppato i volumi del busto, passiamo ai volumi delle braccia (le mani le faremo nella prossima lezione: sono molto complesse, quindi a loro dedicheremo un’intera lezione).

Partiamo sempre dalla struttura ottenuta durante la nostra terza lezione:



Notiamo che le braccia sono composte da 2 elementi geometrici semplici: il cerchio e il rettangolo (o meglio delle linee che congiungono i cerchi). I cerchi rappresentano i punti di “giuntura”/articolazione, e sono i primi a essere inseriti sulla nostra struttura a “omino”. Poi uniamo i cerchi tra loro (di diametro diverso) con delle linee:
__

——–N.B. Per la donna i cerchi, e quindi la base dei volumi, sono leggermente più piccoli.———-
Poi, guardando all’anatomia umana, inseriamo delle forme semplificate dei muscoli delle braccia, per dare volume:

__
…quindi, modelliamo le braccia:

__

__
Ed eccovi anche altre due visioni del braccio maschile, quella laterale e quella posteriore:

Come detto prima, le mani, essendo complesse, richiedono una lezione a parte: quindi non le tratto in questa lezione, ma nella prossima.
Per ora allenatevi bene con le braccia; magari provando diversi movimenti degli arti stessi.

Ci vediamo tra due settimane.
A presto.
Paola.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti