Questo sito contribuisce alla audience di

Fumetti di carta

Il nome "Fumetti di carta" dice molto ma non tutto. La parte dominante è ovviamente dedicata ai fumetti ma c'è dell'altro... Ci sono anche sezioni in cui parliamo di cinema, musica, libri e attualità.

> PRESENTATI
Mi chiamo Luigi Siviero, ho 29 anni e sono un vorace lettore di fumetti. Questa passione mi ha portato a collaborare con il sito “Fumetti di carta” per quale scrivo qualche recensione e una rubrica dedicata alle novità intitolata “House of Mystery“.

> QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE PER I CARTOON
La mia passione per i cartoni animati nasce in tenera età con il boom giapponese degli anni 70/80…
Anche l’amore per i fumetti risale a quegli anni, con l’Uomo Ragno e lo scontatissimo Topolino.

> IL TUO CARTOON PREFERITO
Il cartone animato preferito è Conan ragazzo del futuro di Hayao Miyazaki. Il fumetto invece… Non so, troppo poco uno solo… Facciamo cinque: Watchmen di Alan Moore e Dave Gibbons, i racconti brevi di Corto Maltese di Hugo Pratt, Black Jack di Osamu Tezuka, Perché Pippo sembra uno sballato? di Andrea Pazienza e Peanuts di Schulz

> IL PERCHE’
Conan ragazzo del futuro è un’opera che presenta in modo affascinante grandi temi come l’amore, l’ecologia e la convivenza fra gli uomini. Miyazaki ha creato un cast di personaggi eccezionali tanto dal punto di vista grafico quanto da quello della loro caratterizzazione; ognuno di loro è unico e memorabile. Infine la trama è coinvolgente e appassionante. In pratica è cartone animato studiato e ben curato sotto tutti i profili.
Non nascondo poi che quando lo ho visto ancora bambino è stato amore a prima vista, a partire da quella bella sigla…
Un bel misto di ragioni “tecniche” e sentimentali…

> QUANDO HAI PENSATO DI CREARE IL TUO SITO
Il creatore di “Fumetti di carta” è Orlando Furioso. Giova precisare che “Orlando Furioso” non è il nickname ma il vero nome registrato all’anagrafe. Nei forum si fa chiamare “Potillo”.

> PERCHE’ E’ NATO
“Fumetti di carta” ha avuto due diverse incarnazioni. Orlando aveva una grande voglia di parlare della montagna di fumetti che leggeva, in particolare di quelli che lo conquistavano. Credo che sia normale quando si diventa lettori incalliti avere il desiderio di dire la propria, anche perché, con molte letture alle spalle, aumenta l’esperienza e la capacità di individuare temi, stili e collegamenti fra le varie opere. E’ nato un sito sui fumetti a 360 gradi, dai “New X-Men” di Grant Morrison ai fumetti giapponesi per signorine, da Go Nagai a Paperinik.
In seguito il sito è diventato “Fumetti di carta - Il sito dell’Elite”. Potrei dire che il mutamento è stato necessario per poter combattere l’abominevole e pacchianissimo Colosso ma mi crederebbero in pochi, quindi glisso (ehi, non sto scherzando! O almeno non del tutto…). Quello che conta è che sono arrivati molti nuovi collaboratori (quindici almeno!), il sito ha cambiato indirizzo e grafica e si sono aggiunti il Vicious Cabaret (cioè il forum) e il blog dell’Elite riservato principalmente alle notizie. Ovviamente Orlando è sempre presente come redattore, webmaster e guru.

> PRESENTA IL TUO SITO
Il nome “Fumetti di carta” dice molto ma non tutto. La parte dominante è ovviamente dedicata ai fumetti ma c’è dell’altro… Ci sono anche sezioni in cui parliamo di cinema, musica, libri e attualità.

> SOGNI NEL CASSETTO
Dopo tanti articoli per il web mi piacerebbe vedere qualcosina stampata sulla vecchia carta…

> PROGETTI FUTURI
Onestamente tutti i redattori sono molto soddisfatti di come stanno andando le cose. Teniamo il ritmo di un aggiornamento ogni tre settimane circa e tutti hanno voglia di collaborare.
Ci sono cosette da cambiare qua e là. Orlando si infuria se gli articoli sui fumetti arrivano con il contagocce e tutti si concentrano su musica, cinema e attualità (non ha tutti i torti: che senso ha chiamarsi “Fumetti di carta” se poi i fumetti non sono al primo posto?).
Anche Alessandro Bottero ha fatto una giusta osservazione. “Le riviste/webzine di critica a fumetti mancano completamente e clamorosamente l’obiettivo di fare informazione, e questo comporta che il 90% dei prodotti che vengono pubblicati (in edicola o fumetteria) ogni mese siano sostanzialmente invisibili agli occhi dei possibili acquirenti.” Ha così lanciato l’idea della rubrica “A sangue caldo” fatta di recensioni che non superino il limite delle cento parole.
E’ divertente e utile ogni tanto scrivere un articolo sull’analisi di una singola vignetta o di una nuvoletta ma facendolo si concentra l’attenzione su un’unica opera a scapito delle decine di fumetti interessanti che escono ogni mese. E’ un vero peccato passare sotto silenzio tante belle opere…

http://www.fumettidicarta.it

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti