Questo sito contribuisce alla audience di

Mazinkaiser: personaggi e robot

Mazinkaiser: personaggi e robot

Koji Kabuto

Pilota di Mazinga Z e Mazinkaiser, come nella serie tv classica è un adolescente dedito alla sua missione di difensore dell’umanità, legato al suo robot da una simbiosi particolare, complice il fatto che l’automa è stato costruito dal suo compianto nonno. Non è un pilota provetto, ma equilibra questo difetto con il suo altruismo e la sua incoscienza, che lo portano spesso a rischiare la vita per difendere gli amici e la pace sulla Terra: il classico prototipo dell’eroe coraggioso e solare, ma ancora bisognoso di maturare. Inscena spesso divertenti battibecchi con Sayaka.

Sayaka Yumi

Figlia del dottor Yumi e pilota di Aphrodite A, poi sostituita da Venus Alpha. Caratterialmente decisa a non subire il ruolo di subalterna rispetto a Koji, anche se la maggiore debolezza del suo robot inevitabilmente la costringe a chiedere sempre l’aiuto dell’amico, di cui è palesemente innamorata. Dotata di maggiore sex-appeal rispetto alla vecchia serie tv, ha per questo un design più morbido e tondeggiante, pur senza raggiungere gli eccessi fisici che si vedono nei recenti remake a fumetti (basti pensare a MazinSaga).

Tetsuya Tsurugi

Il pilota del Grande Mazinga, sia nella versione iniziale che in quella potenziata che si vede alla fine della serie. Non ci vengono riferiti particolari sulla sua vita passata, che dobbiamo immaginare sia differente rispetto a quanto conosciamo grazie alla serie tv, considerando la mancanza nell’OAV di un personaggio a lui collegato come il dottor Kenzo Kabuto. E’ agile pensare che sia stato adottato oppure soltanto ingaggiato dallo stesso dottor Yumi per pilotare il robot. Come nella versione d’epoca, è comunque una persona profondamente calata nel suo ruolo di guerriero, un abile pilota che non accetta la sconfitta sul campo ed è per questo preda di nevrosi, comunque poco indagate in questo caso. La sua presenza nella serie è però marginale, tanto che negli episodi centrali risulta assente.

Dottor Yumi

Direttore dell’istituto di ricerca sull’energia fotoatomica e allievo del professor Juzo Kabuto. Nella serie è anche il costruttore del Grande Mazinga, realizzato a partire dagli studi lasciati dallo stesso Kabuto ed è a conoscenza del progetto Mazinkaiser, anche se ignorava che il robot fosse stato realmente assemblato. Pragmatico e apparentemente distaccato, è in realtà un valido coordinatore delle azioni dei nostri eroi, e la sua razionalità fornisce un ottimo contraltare all’irruenza di Koji.

Professor Juzo Kabuto

Nonno di Koji e Shiro e inventore di tutti i Mazinga che si vedono nella serie, oltre che costruttore in proprio di Mazinga Z, Mazinkaiser e di una versione potenziata del Grande Mazinga che compare nel finale della serie. Nella serie tv classica veniva ucciso dal Barone Ashura, in questa è ugualmente defunto, ma i motivi della sua sparizione non sono chiariti. Conformemente al fumetto originale asseconda l’idea dello scienziato geniale ma folle, decisamente poco paterno e quasi esaltato dalla potenza distruttiva insita nei suoi robot.

Dottor Hell

Il grande nemico di Mazinga Z è uno scienziato diabolico che vuole conquistare il mondo con i robot ritrovati sull’isola di Bardos, sede dell’antico popolo di Micene (Mikene). Nella seconda parte della serie, nei sotterranei dell’isola, ritrova alcuni mostri guerrieri che scatena contro Mazinkaiser. Demoniaco nell’aspetto e anch’egli completamente folle, ma geniale, è l’ideale antitesi del dottor Juzo Kabuto. Per conoscere i dettagli della sua storia si rimanda al fumetto “Mazinga Z” di Gosaku Ota, pubblicato in Italia da Granata Press e d/visual.

Barone Ashura

Il braccio destro del dottor Hell, nei confronti del quale è animato da una dedizione assoluta, al punto da arrivare a sacrificare la sua vita trasformandosi in un mostro guerriero nel finale della serie. Malvagio senza possibilità di redenzione, nella nuova serie è comunque reso con un tono talmente grottesco da sforare nel ridicolo (si vedano le puntate centrali). Possiede però anche una vena tragica, data dalla frustrazione per non riuscire a soddisfare la brama di potere del suo padrone, a causa dell’ostacolo rappresentato dai Mazinga. La caratterizzazione grafica è quella di sempre, con un volto per metà maschile e per metà femminile, e due voci che parlano in sincrono.

Boss, Nuke e Mucha

Compagni di scuola di Koji, lo aiutano in battaglia con il Boss Robot, automa pasticcione formato da rottami. Nonostante l’improponibilità del suo gigante meccanico, Boss è assolutamente convinto di poter fornire un contributo indispensabile nella lotta contro il dottor Hell. Nei confronti di Koji è comunque mosso da amicizia, ma anche da una certa rivalità, complice l’interesse che cova per Sayaka. Nuke e Mucha sono i suoi sodali, che insieme contribuiscono a connotare il quadro macchiettistico che dona una vena ironica alla serie.

Shiro Kabuto

Fratello di Koji, nella nuova serie ha un ruolo piuttosto marginale, che gli impedisce di risaltare come avveniva nelle avventure d’epoca: non possiede infatti né quel tono un po’ saccente che mostrava in Mazinga Z, né tantomeno lo spessore psicologico che aveva nel Grande Mazinga, dove veniva analizzato con compiutezza il suo difficile rapporto con il padre Kenzo Kabuto, personaggio, quest’ultimo, assente dalla nuova serie OAV.

Jun Honoo

In Mazinkaiser anche lei è costretta in un ruolo marginale, come assistente del dottor Yumi, fatto che lascia presagire una buona conoscenza tecnica e la rende un valido consigliere. Nella serie non pilota alcun robot, mentre in Mazinkaiser contro il Generale Nero la vediamo finalmente ai comandi della “sua” Venus Alpha.

Gli altri

Da ricordare innanzitutto i tre professor Nossori, Morimori e Sewashi che coadiuvano il dottor Yumi e, similmente alla serie tv, ma in maniera più marcata, costituiscono anche un elemento comico che contrasta con la serietà e il pragmatismo del loro capo.

Lolly e Laure sono invece due nuove assistenti che fanno sempre capo a Yumi. Dotate di notevolissimo sex appeal (del quale sembrano perfettamente e maliziosamente consapevoli) costituiscono un motivo di gelosia per Sayaka, che non sopporta l’effetto che la loro presenza ha su Koji. In Mazinkaiser contro il Generale Nero pilotano Million Alpha, robot dell’Armata Mazinga, sul quale trovano la morte per mano dei mostri di Mikene.

Una menzione speciale va anche a Gamia, personaggio presente nel fumetto di Nagai, ma assente nella vecchia serie tv e ora rispolverato nel terzo episodio: presentate come le figlie di Ashura, le tre Gamia sono delle letali killer gemelle che hanno il compito di uccidere Koji Kabuto. La loro specialità sono i lunghi capelli che utilizzano come delle lame assassine.

Generale Nero

E’ il Comandante dei sette eserciti di Mikene, che subentra al dottor Hell per conquistare il mondo e restituirlo alla gloria del suo popolo, rimasto in letargo per secoli. Imponente e dotato di un corpo robotico, compare nel film conclusivo e la sua caratterizzazione non è sviluppata come nella serie tv del Grande Mazinga, arrivando a costituire soprattutto un nuovo archetipo di Male, oltre che l’antagonista ideale per Mazinkaiser. Una curiosità: le edizioni italiane di Mazinkaiser contro il Generale Nero e Shin Getter robot contro Neo Getter Robot hanno scambiato le voci storiche del Generale Nero e dell’Imperatore dei dinosauri Gool: Vittorio Di Prima ha infatti doppiato il Generale di Mikene, mentre Mori ha prestato la sua voce a Gool.

Duca Gorgon

E’ l’emissario delle tenebre che compie “sul campo” i lavori più sporchi, complice il fatto che, diversamente da tutti gli altri micenei, non è un gigante, ma la sua taglia è quella di un normale essere umano. In realtà anch’egli è un cyborg, con un busto in forma umana montato sul corpo di una tigre. La sua missione è uccidere Koji Kabuto e vi si applica con una dedizione impressionante: in Mazinkaiser non è al soldo del Ministro Argos, ma dello stesso Generale Nero.

I sette generali di Mikene

Sette sono le armate agli ordini del Generale Nero, ognuna delle quali fa riferimento a una diversa tipologia di creatura e un altrettanto generale delle tenebre.

1) Uccelli (Generale Birdler)

2) Insetti (Generale Scarabeth)

3) Rettili (Generale Dreydow)

4) Pesci (Generale Angoras)

5) Spirito Maligno (Generale Hardias)

6) Umanoidi (Generale Juri Caesar)

7) Animali di terra (Generale Rygarn)

Se nella serie tv del Grande Mazinga il loro compito era principalmente quello di coordinare le azioni sul campo, delegando ai mostri guerrieri l’onere della battaglia, in Mazinkaiser contro il Generale Nero li vediamo personalmente impegnati ad affrontare i robot difensori dell’umanità, con esiti devastanti.

Mazinga Z

Il robot baluardo dell’umanità, pilotato da Koji Kabuto e poi sostituito da Mazinkaiser dopo essere stato rubato dal Barone Ashura (che lo trasforma in una versione malvagia denominata “Ashura Mazinga”). Costruito dal professor Juzo Kabuto in Superlega Z, nel design è stato maggiormente avvicinato alla versione originale del fumetto di Nagai.

Le sue armi sono:

- Raggio Fotonico (Koshiryoku Beam)

- Pugni a razzo (Rocket Punch)

- Raggio Ciclonico [Uragano Corrosivo secondo la nuova dicitura] (Rust Hurricane)

- Raggio Termico [Inferno di Fuoco secondo la nuova dicitura] (Breast Fire]

- Doppia Scure/Scure Atomica [Lama d’acciaio secondo la nuova dicitura – Pugni Tomahawk nei sottotitoli del DVD] (Iron Cutter)

E’ manovrato attraverso l’Hover Pilder.

Altre armi viste nella serie tv e nella versione a fumetti non sono mostrate nella nuova serie.

Il Grande Mazinga

Il più celebre dei Mazinga in Italia, nella nuova serie è un robot costruito dal dottor Yumi su progetti lasciati da Juzo Kabuto e per questo risulta meno potente di quanto non fosse nella serie tv d’epoca. Ai comandi troviamo sempre Tetsuya Tsurugi.

Le sue armi sono

- Grande Fulmine/Doppio Fulmine [Fulmine del cielo secondo la nuova dicitura, peraltro usata anche nella serie tv d’epoca] (Thunder Break)

- Pugno Atomico (Atomic Punch)

- Raggio Gamma [Inferno di Fiamme secondo la nuova dicitura] (Breast Burn)

- Missile Centrale (Nerble Missile)

- Grande Boomerang (Great Boomerang)

- Grande Tifone (Great Typhoon)

- Spada Diabolica [Lama Diabolica secondo la nuova dicitura] (Mazinger Blade)

Altre armi viste nella serie tv e nella versione a fumetti non sono mostrate nella nuova serie

Similmente alla serie tv può fare affidamento anche sul Great Booster, un reattore in grado di implementarne la velocità, che però è molto più grande di quanto non fosse in passato: per questo motivo il Grande Mazinga non vi si aggancia, ma vi sale a bordo, come fosse una specie di astronave.

E’ manovrato attraverso il Brain Condor.

Mazinkaiser

Il nuovo Mazinga è una macchina di impressionante potenza, costruita in gran segreto dal dottor Juzo Kabuto e corazzato in Superlega New-Z Alpha: un congegno installato sull’Hover Pilder guida Koji all’ubicazione del laboratorio permettendogli di salire a bordo del nuovo robot. Come nella vecchia serie tv il ragazzo non è inizialmente in grado di governare a dovere la forza del gigante meccanico e rischia di provocare danni anche agli amici, ma nel prosieguo acquisisce l’esperienza necessaria. Ancor più di quanto non fosse Mazinga Z, Mazinkaiser è un’arma di distruzione, un dio e contemporaneamente un demonio e lo stesso design dai tratti più marcatamente diabolici sottolinea questo dualismo.

Le sue armi sono:

Raggio Fotonico (Koshiryoku Beam)

Pugno Turbo Perforante (Turbo Smasher Punch)

Vampa Infernale (Fire Blaster)

Missile Ciclopico (Giant Missile)

Tornado Corrosivo (Rust Tornado)

Raggio Glaciale (Reito Beam)

Kaiser Daga/Kaiser Blade

E’ manovrato attraverso il Kaiser Pilder ed è inoltre dotato di un Kaiser Scrander che gli permette di volare.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti