Questo sito contribuisce alla audience di

Maga animation studio

L'obiettivo è quello di realizzare, come casa di produzione autonoma, film e produzioni significative con una direzione precisa rivolta alla sperimentazione ed alla ricerca artistica, cercando di esportare verso il mercato internazionale le proprie esperienze e un Made in Italy di alta qualità.

 

 

1 Presentatevi

Massimo Carrier Ragazzi nato a Milano (11/1/1972), artista, autore e regista, inizia la sua attività nel 1990 durante gli studi al primo anno di audiovisivi e regia presso la NABA di Milano. Si specializza nella realizzazione di video, computer grafica 2D/3D, tecniche di animazione tradizionale e sperimentale. Nel 1994 inizia a concepire l’idea di una struttura indipendente, con lo scopo di sviluppare nuovi linguaggi nell’animazione e video-arte, pensando già al cinema digitale; questa idea prenderà forma nel 1996 con il nome di “Maga animation studio”. L’obiettivo è quello di realizzare, come casa di produzione autonoma, film e produzioni significative con una direzione precisa rivolta alla sperimentazione ed alla ricerca artistica, cercando di esportare verso il mercato internazionale le proprie esperienze e un Made in Italy di alta qualità.

 

Quando è nata la vostra società?

Maga è nata nel 1996 e negli anni si è evoluta cercando di spingere il più possibile la sperimentazione artistica nell’animazione digitale, rivolgendosi al mercato televisivo e cinematografico. Lo studio è suddiviso idealmente in due dipartimenti, uno si occupa di sviluppare progetti commerciali, sigle e animazioni per pacchetti grafici televisivi, serie Tv  , spot pubblicitari, quest’area è quella che con le sue produzioni sostiene economicamente lo studio e che gli ha permesso di crescere e svilupparsi negli anni. La seconda area, ha il compito di fare ricerca, creare contenuti innovativi, inventare nuovi stili e progetti rivolti principalmente al mercato dell’animazione internazionale.

La massima aspirazione è proprio quella di sviluppare film di animazione totalmente realizzati e prodotti in Italia, cortometraggi, nuovi pilot, serie televisive e film da esportare verso il resto del mondo.

La sperimentazione e la ricerca è il motore fondamentale dello studio, che ha l’obbietivo per riuscire a differenziarci di sviluppare una visione  personale e nuova nel panorama dell’animazione internazionale.

 

 

Che tipo di animazione realizzate?

L’Animazione 3d è sicuramente lo stile che lo studio ha sviluppato maggiormente in questi anni, ma in realtà per Maga animation non esiste una sola direzione artistica esclusiva, infatti i progetti realizzati toccano differenti tecniche e stili, come l’animazione tradizionale 2D, flash, cut-out decoupage, la stop motion, e  molte altre tecniche che sono il risultato di una sapiente miscela di differenti stili utilizzati tutti insieme per sperimentare strade nuove nella rappresentazione delle animazioni.

Ogni stile deve essere scelto per supportare al meglio un racconto.

Un’ottima idea deve essere sempre alla base di ogni progetto, senza una buona storia anche lo stile di animazione più sofisticato o l’effetto speciale più incredibile, è assolutamente inutile e superficiale, e non potrebbe in alcun modo sostituirsi per il buon esito di un film importante.

 

Usate dei software in particolare?

Per l’animazione 3D il pacchetto che utilizziamo maggiormente è Maya, per il colore digitale nel 2D usiamo Animo. Per il compositing, After effects, Combustion, Shake. Esistono inoltre un’altra svariata tipologia di software dedicati alle simulazioni dinamiche, effetti speciali, modellazione organica e texturing che utilizziamo abitualmente nelle nostre produzioni. La cosa fondamentale, che comunque fa la differenza, non è possedere il miglior pacchetto software, ma l’artista o l’operatore che lo utilizza in maniera creativa. Abbiamo anche all’interno del team una figura dedicata allo sviluppo software, principalmente C++ e Mel script, per ottenere strumenti ad hoc, utili a risolvere e a potenziare i pacchetti software commerciali come Maya sopratutto per quello che riguarda l’animazione 3D, il setup e il rigg di personaggi complessi.

 

 

Cartoons realizzati

 

Per l’AICHI EXPO 2005, abbiamo avuto la fortuna di lavorare con il famoso regista Robert Bob Wilson, realizzando tutte le animazioni in 3D del film evento (circa 30 minuti).

Il progetto è stato proiettato su un muro d’acqua di 90 per 30 metri a risoluzione 4K,
la realizzazione artistica tutta italiana è stata curata da Change Performing Arts e supervisionata da Canio Salandra.

 

http://www.expo2005.or.jp/en/event/koipond.html

http://www.changeperformingarts.it/sito koipond/index.html

 

Serie TV e interstitials in dettaglio:

 

60 experiment in 60 secondi “2004” (TV interstitials 1′15″ x 26 episodes)

official selection Cartoons of the bay 2004 - Positano

official selection PROMAX USA 2004 - New York

 

Magic & Mistery “2005” (13 x 1′30″ episodes)

 

I Cosi “2006” diretti da Bruno Bozzetto (TV series 6’ x 26 episodes)

THE GO!GO!PIG! “2006”
(13 x 2′30″ episodes- season 1 Winter session)

(13 x 2′30″ episodes- season 2 Soccer session)

Ultima Spiaggia “2006” (13 x 2′30″ episodes)

 

IN PRODUCTION:

 

THE GO!GO!PIG! “2007”

(26 x 2′30″ episodes- season 3 traditional olimpic game session)

 

Filmografia essenziale:

CORTOMETRAGGI – The Room (1996); Hunny (1998); I verdi giorni (2000); Stracci/rags (2001); Cotoletta (2003); Sul Ghiaccio (2003) regia basata sui concetti dell’artista albanese Aghim Muka; Mr Mille (2004) premiato e selezionato da numerosi festival in tutto il mondo tra cui Cartoons of the Bay, Brooklyn film festival(NY), Interfilm di Berlino e al Nicktoon film festival di Los Angeles; Treddi (2005) selezionato ufficialmente dal Giffoni film festival e dal New York children film festival

SERIE TV – The experiments/Disney Channel (2004) 1’30” x 26 episodi, selezionato al BDA di New York accanto ad Aardman Animation; Magic & Mistery/Disney Channel (2005) 2’30” x 12 episodi; The Olympig/Nickelodeon (2006) 2’30”x52 episodi, selezione ufficiale al Festival di Annecy 2006; L’ultima spiaggia/Disney Channel (2006) 2’30” x 13 episodi in collaborazione con l’autore e regista Stefano Formenti.

PROMO e SPOT PUBBLICITARI: Dinosaurs ident/Disney Channel (2002) menzione d’onore al BDA/Promax 2003 a Los Angeles; Prime time Disney opener (2003) Bronzo al Promax USA/worldclass 2004; Donald Duck 70th anniversary promo/spot 60” (2004) migliore animazione Key Award 2004; SKY CINEMA classic 40” (2004) menzione speciale al Future film festival 2005; American Dragon e la via della prudenza 30” (2006) Disney Channel in collaborazione con il Ministero dei Trasporti; International Disney Channel Xmas Campaign 2006, 30” “Chicken Little” Ident.

 

 

Premi vinti

http://www.maga-animation.com/awards/

 

Progetti futuri

In questi ultimi mesi dell’anno abbiamo iniziato la produzione di due nuove serie che completeremo nel 2007. Contemporaneamente ai progetti televisivi siamo in fase di sviluppo con diversi pilot, presentazioni di nuovi progetti ed un cortometraggio che sarà ultimato entro la prossima primavera.

Sicuramente l’obiettivo principale grazie a tutti i progetti in corso è quello di riuscire a dare sempre più benessere a tutto il team e stabilità allo studio. Come sogno sicuramente quello più ambizioso, sarà quello di realizzare lungometraggi in animazione di alto livello da esportare in tutto il mondo. Non sarebbe affatto male riuscire a produrre un film ogni due/quattro anni, tutto dipenderà comunque oltre che dalla complessità dei progetti concepiti, anche dalle possibilità che il mercato e nuovi partner che incontreremo strada facendo ci potranno offrire nei prossimi anni.

 

Quali cartoons ispirano o hanno ispirato il vostro lavoro?

 

Sono tantissimi, direi che tra le preferenze c’è il maestro e genio italiano Bruno Bozzetto, Hayao Miyazaky con tutta la sua filmografia per me è di grande ispirazione. Adoro il lavoro di John Lassenter (Pixar animation studio) è un grande commediografo e regista.

 Michel Ocelot (Kirikù) e Sylvain Chomet (Les Triplettes de Belleville) raccontano dei film con una poesia impareggiabile. Katsushiro Otomo (Akira), Masamune Shirow (Ghost in the shell), Satoshi Kon (Tokyo Godfather) e Shinichiro Watanabe (Cowboy Bebop) sono tutti autori molto interessanti, sia per il modo con cui alcuni di loro descrivono le scene di azione, che per le idee rappresentate nelle loro storie fantastiche.

 

Sito web?

www.maga-animation.com

 

altro?

Recentemente lo studio ha lavoranto per l’evento di Bergamo Scienza  2006 creando un workshop per le scuole ed una mostra interattiva con lo scopo di presentare ad un pubblico con un linguaggio semplice ed accessibile a tutte le età, il mondo dell’animazione digitale 3D. In 15 giorni di evento ci sono state oltre 700 presenze

questo numero riguarda le presenze al nostro workshop,
in realtà tutto l’evento di Bergamo Scienza costituito da vari laboratori scientifici e workshop ha contato più di 65.000 persone !!!
 .

www.bergamoscienza.it

 

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • ansaldi stefano

    15 Jan 2009 - 14:39 - #1
    0 punti
    Up Down

    Novecento è un progetto ambizioso che è riuscito a coniugare la storia di un secolo movimentato come quello appena passato, incrociandolo con le vicissitudini dei singoli personaggi che costellano il film. La prima parte è una meraviglia per gli occhi, con i suoi paesaggi solari, la vita di campagna, le condizioni dei contadini e l’inizio della lotta di classe, immortalati dalla splendida fotografia di Storaro. Nella seconda parte emerge l’anima militante del regista, non necessariamente un difetto, ma perde un po’ di oggettività. La raffigurazione del fascismo è potente ma qualche volta cade nella caricatura. Resta comunque uno dei migliori lavori del regista parmense, sicuramente quello che lo ha coinvolto più emotivamente di altri suoi film.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti