Questo sito contribuisce alla audience di

Gli ospiti di Cava Fumetti 2007

Cava Fumetti si avvicina il 2 giugnon non è poi così lontano ...per chi deve organizzarsi c'è tempo ...ma come si dice chi ha tempo non aspetti tempo... iniziamo una carrelletta sugli gli ospiti del 2007





Gli ospiti di Cava Fumetti 2007 sono:






 





 





 





 





 





 





 




Bruno Brindisi
Nato a Salerno il 3 giugno 1964 e pubblica i suoi primi lavori sulla rivista amatoriale “Trumoon” nel 1983. Disegna alcune storie erotiche per Blue Press e per Ediperiodici, poi collabora con le Edizioni Cioè e con la Acme.
Esordisce come autore bonelliano nel 1990 per Dylan Dog, con l’episodio n. 51, “Il Male”.
Per la Casa editrice Universo, nel 1992, disegna “Billiteri” (testi di Giuseppe De Nardo); nello stesso anno, realizza anche l’episodio di Nick Raider comparso sul primo Almanacco del Giallo (1993), intitolato “Occhio privato”, su testi di Claudio Nizzi, mentre debutta nella serie regolare con l’albo n. 61, “La lunga ombra”, sempre scritto da Nizzi.
Per Tex, firma lo Speciale del 2002. Nel 2005 realizza il primo numero della collana Brad Barron e poi il ventennale di Dylan Dog. Adesso è impegnato nella realizzazione del 250 di Dylan Dog
Luigi Siniscalchi
Nasce professionalmente nel 1988.Comincia con l’illustrare fumetti erotici per la E.P.;passa successivamente alla realizzazzione di fumetti horror con le tastate Splatter e Mostri della casa editrice ACME.
Nel 1990 entra a far parte dello staff della Casa editrice Bonelli,per la quale tutt’ora lavora,disegnando Dylan Dog, Martin Mystère, Julia ,Nick Raider, Demian e, prossimamente, Magico Vento. Saltuariamente si occupa di pubblicità e illustrazione. Adesso è impegnato sulle tavole di Magico Vento
Luca Raimondo
Nato a Salerno nel 1972, dove vive e lavora, esordisce nel 1995 sulle pagine de «L’Intrepido» con una storia breve, La zona morta, su sceneggiatura di Paolo Morales.
In collaborazione con la Scuola Italiana di Comix, negli anni successivi pubblica due albi nella serie “Il Teatro a Fumetti”, Non ti pago e Le voci di dentro, entrambe basate sulle omonime commedie di Eduardo De Filippo.
Successivamente collabora con la “IPM”, un editore francese, disegnando sulle riviste «BèDè-Adult» e «BèDè-X» e con la “B&M edizioni”.
Agli inizi del 2002 comincia la sua collaborazione con la Sergio Bonelli editore entrando a far parte dello staff di Jonathan Steele. Il 2005 lo vede al lavoro sulla mini-serie Brad Barron, adesso è impegnato sulla sua seconda storia di Dampyr.
Per altre notizie Luca ha un suo sito: http://www.lucaraimondo.it
Elisabetta Barletta
Nata e cresciuta a Salerno, Elisabetta Barletta frequenta la Scuola Internazionale di Comics di Roma, dove impara i rudimenti del mestiere. Realizza di seguito lavori grafici e pubblicitari, estranei al mondo del fumetto. Esordisce come fumettista con il numero 8 della prima serie di Ares per le Edizioni Orione , per le quali illustra anche il numero 3 di Klaus, il principe dei non Morti . Collabora poi con lo Studio Creative Comics , inchiostrando le matite di Daniele Statella nel primo numero di Laura Melies , pubblicato dalle Edizioni Saviolo . Entra presto a far parte dello staff Eura dove realizza, ottenendo ottimi risultati, svariati numeri di John Doe e il primo numero di Detective Dante . Nel 2005 ottiene il Premio «Albertarelli» “Ad un giovane disegnatore affermatosi nel corso dell’anno precedente”, nell’ambito della Mostra Mercato del Fumetto di Reggio Emilia organizzata dall’ Anafi “Per essere riuscita nel volgere di pochissimi anni a far maturare il proprio segno mettendolo efficacemente ed originalmente al servizio di due importanti realtà del fumetto italiano come John Doe e Detective Dante”.
 
Beniamino Delvecchio
Beniamino Delvecchio, 37enne milanese, da oltre 10 anni lavora come disegnatore e illustratore a livello professionale. Ha pubblicato per Xenia Edizioni, per Bonelli Editore, per StarComics e per 6 anni ha collaborato all’inchiostrazione del prestigioso fumetto Diabolik edito da Astorina). A fine 2006 Delvecchio ha ultimato la miniserie Western Tokae dove si e’ cimentato come autore completo, quindi realizzando da solo testi, disegni, impaginazione e stampa. La miniserie e’ ancora disponibile ed e’ composta da 4 volumetti di 20 pagine l’uno interamente a colori formato 21 per 29,7 e’ possibile avere anche il volume rilegato che raccoglie insieme i quattro volumetti. Da due anni disegna per l’editore Salvatore Taormina il fumetto Western Than Dai e sempre per Than Dai a settembre 2007 e’ prevista la pubblicazione di una storia speciale in due volumi da 48 tavole l’uno interamente a colori disegnata da Beniamino Delvecchio.
 
  Giuseppe Ricciardi
napoletano, nato nel 1974, ha esordito professionalmente inchiostrando alcuni episodi di “Billiband”, scritti da Giuseppe De Nardo e disegnati da Daniele Bigliardo per la Casa editrice Universo. Alterna, a quella di disegnatore, l’attività di docente presso la Scuola Italiana di Comics, per il cui tramite realizza una versione a fumetti della commedia di Eduardo De Filippo “Natale in casa Cupiello”, quindi viene contattato da Claudio Chiaverotti, che aveva esaminato alcune sue tavole di prova, per disegnare Brendon.
 
Cristina Fabris
Classe ’71. Fin da piccola la passione per il disegno e tutte le sue forme, in particolare per il fumetto, è stata la sua costante. Diplomata all’I.S.A. di Roma ha frequentato per tre anni la Scuola Romana del Fumetto. Dal 1998 è stata presente con le autoproduzioni a tutte le fiere del fumetto italiano: Lucca Comics, Expocartoon, Romics, TorinoComics, NapoliComicon. Da Novembre 2002 pubblica sulla rivista Erotica XComics, Editore Coniglio. Da Gennaio 2005 collaboro con le Editions IPM per le riviste BedeAdult e BedeX. Nel 2006, Pubblica per gli Stati Uniti in formato telematico con la casa editrice www.sadomic.com il volume FETISH. Presentazione del volume FETISH in francese alla Fiera internazionale dell’Erotismo Paris-Venus2006 a Parigi.
Per altre notizie Cristina ha un suo sito: http://www.cristinafabris.com/
 
J Wings
Esponenti dell’euromanga la prima community a introdurre in Italia la tecnica del vero manga giapponese, diretti da chi il manga l’ha osservato e praticato sul posto per oltre un anno, sotto la guida di maestri giapponesi; fedeli al canone grafico giapponese più puro ma ispirati da una cultura storica e letteraria che spazia da Oriente a Occidente e con gli occhi aperti anche sul mondo in cui viviamo questo è il gruppo J Wings http://www.mangaka.it/
Ci saranno tavole del brasile di Marcelo Ferreira http://www.eurekastudio.com.br/
 

 

 

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti