Questo sito contribuisce alla audience di

la vera natura di proteo cap 20

william era quasi spaventato da tutto ciò,proteo in camera che sta per"trasformarsi" in qualcosa che nessuno conosceva,fuori che gli angeli stavano per attaccare e dentro di lui una miriade di pensieri ed emozioni che lo tenevano attannagliato,incapace di muoversi....

la vera natura di proteo

william era quasi spaventato da tutto ciò,proteo in camera che sta per”trasformarsi” in qualcosa che nessuno conosceva,fuori che gli angeli stavano per attaccare e dentro di lui una miriade di pensieri ed emozioni che lo tenevano attannagliato,incapace di muoversi….

improvvisamente un’onda d’urto proveniente dalla camera lo smosse,la nebbia si muove frenetica dentro la camera e fuori dalla porta,qualcosa si dinemava nella camera,i vetri esplosero uno dietro l’altro e la coltre nera uscì frenetica anche da li…..

william rimaneva immobile,in attesa….di cosa non lo sa neanche lui….ma attende qualcosa….qualunque cosa….

improvvisamente la coltre si ritrasse dentro la camera prendendo una forma indefinita nell’oscurità,william attese ancora….

quel qualcosa iniziò a muoversi,impacciato,minaccioso…pronto a distruggere,o forse…anche ad uccidere….

qualcosa iniziò a strisciare fuori dalla porta finestra…

Proteo era ricoperto da un strato nero che copriva ogni suo lineamento…strisciava affannosamente fuori dalla porta avviandosi verso il balcone…

william aveva paura ,per la prima volta aveva paura di vedere Proteo,tremava tenendo lo sguardo fisso su quella strana creatura che strisciava verso il balcone…

Proteo arriva affannosamente al bordo del balcone aggrappandosi per alzarsi,e come una macchia d’olio il nero che lo ricopre fa diventare grigio fumo ove toccava, pian piano riesce ad alzarsi,come se pesasse molto di più…

si appoggia al cornicione sporgendosi verso l’esterno ed in basso come se stesse per sciogliersi e colare verso il suolo sottostante….

il corpo di Proteo iniziò a deformarsi prendendo una forma diversa,allungata,come quella di un serpente,dalla schiena iniziarono ad uscire delle sotto specie di ali completamente dritte che dalla parte centrale di esse partivano 5 o 6 spuntoni lunghi la metà dell’apertura alare e tra uno e l’altro si formarono vari filamenti che all’inizio colavano poi divennero sempre più compatti e fini attaccandosi tra loro,come una pellicina nera sottile e quasi trasparente,le mani divennero artigliose e leggermente più lunghe,i capelli si allungarono, arruffandosi un pò, fino ai fianchi coprendo il volto e l’attaccatura delle ali prima di attaccarsi alla schiena e alzarsi folti, diventando una specie di criniera nera e lucida…

tra i gemiti di dolore ed un enorme estasi che lo prendeva lungo la spina dorsale provocandogli innumerevoli brividi caldi e velenosi,la creatura d’acqua,si risvegliò liberando tutta la sua maestosità,in grado di incutere terrore a chiuque….

dopo qualche minuto la patina nera che lo ricopriva iniziò a sciogliersi e a lasciarlo,il viso si è allungato come quello dei lupi,i 4 canini fuoriuscivano appena dalle labbra,bianchi come l’avorio,le orecchie erano lunghe ed appuntite tirate verso il collo,come i capelli,che si mossero appena al vento non appena la patina svanì,lucidi sotto la luce rossiccia del tramonto,le ali si mossero anche loro, non appena si liberarono anche loro della patina,scagliose e lucide,come se fossero ricoperte di cristalli verde acqua,con i riflessi neri delle ossidiane,la pelle del corpo,allungato talmente tanto che ci sta appena sul balcone,è ricoperto come le ali da scaglie,solo che queste sono sull’azzurro pastello,invece di verde acqua,sempre con riflessi neri,adesso che ci si fa caso,le zampe non ci sono più,al posto loro ci sono delle pinne che si aprono come la mano e che servono come appoggio….

william rimase immobile,con gli occhi sbarrati a guardare quella creatura di fronte a lui,si sentiva freddo e gli sembrava persino di tremare…..era enorme,probabilmente quattro volte più di lui,anche se è molto affusolato,è pur sempre gigantesco…..teneva ancora gli occhi chiusi e la testa ancora bassa fuori dal balcone,respirando profondamente,come per liberarsi di un peso superfluo…

dopo un pò alzò la testa facendo un ultimo profondo respiro ed aprì gli occhi,sempre blu oltre mare come un tempo,ma stavolta hanno un aspetto minaccioso,inquietante….del tutto diverso al solito sguardo di Proteo….

la creatura d’acqua si voltò verso william,il drago fece un salto all’indietro spaventato ed iniziò violentemente a tremare….

Proteo si avvicinò a william con una velocità impressionante,nessuno se ne sarebbe accorto e gli sussurrò <>

la sua voce,bassa e profonda,fece urlare di paura william che lo spinse via e si allontanò il prima possibile dalla creatura respirando velocemente e appoggiandosi al bordo del balcone,restando a fissare impaurito la creatura d’acqua,deglutì rumorosamente prima di urlare <>

la creatura rimase immobile ad ascoltare,indifferente,guardando negli occhi william,mosse le ali,pronto a prendere il volo <> fece un leggero salto sbattendo el ali e prese il volo,agile e aggraziato,verso la crepa nel cielo….

dopo qualche minuto si trovò tra gli angeli,stupiti di vedere quella creatura tra loro,Proteo si guardò intorno e sorrise <>mosse velocemente ali in un moto rotatorio di 180° ciascuna avvicinandole davanti a se, lanciando due lame d’acqua che tagliò a metà tutti gli angeli nella traiettoria,nessuno escluso….in pochi secondi si creò una pioggia rossa che cadde sul castello insieme ai corpi tagliati a metà,quelli al torace,quelli alla testa e quelli alle gambe,degli angeli agonizzanti di dolore,sotto lo sguardo atterrito di tutti i presenti li sotto….

ne rimasero pochi in aria di angeli,questi erano atterriti per la velocità della creatura nel sbaragliare così tanti angeli in un colpo….si scagliarono verso Proteo,ma vennero tagliati anche loro,senza tanti complimenti,ne rimorsi da parte della creatura d’acqua….

nel cielo non rimase nemmeno un angelo,Proteo con un colpo d’ali spedì alcuni corpi verso la crepa,mandandoli dall’altra parte, come un raccapricciante avvertimento a non mandare altre truppe….

rimase in aria ad aspettare,sapeva che avrebbe attraversato nuovamente lo squarcio….era li che li aspettava….solo,con sotto di lui sguardo atterriti,stupiti…alcuni anche increduli….erano tutti nel panico più totale,william compreso,che,ricoperto del sangue caduto in precedenza, tremava di terrore,un terrore puro, che lo prese fino al profondo dell’anima….

dallo squarciò si fece viva una luce,quasi accecante,lentamente uscì Kaye,con abiti leggeri e bianchissimi intorno,e le ali luminose,grandi il doppio di lei,e gli occhi freddi come il ghiaccio,Proteo sorrise <> lei sorrise,quasi divertita,lo sguardo minaccioso<> alzò la mano pronta a lanciare una sfera di energia bianca,Proteo mosse l’ala sinistra lanciandone velocemente una nera,contro la regina, che si difese spostandosi e lanciando la sua contro la creatura che la schivò agilmente….poi si fermarono restando a guardarsi,scruttandosi l’uno con l’altra….in attesa di una mossa del loro avversario…..

finish 20° capitolo….to be continued

la battaglia tra il re e la regina cap 21

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti