Questo sito contribuisce alla audience di

la voce sotto il mare cap 25

la notte passò molto tranquilla,Proteo dormiva tranquillo mentre dal suo corpo usciva un vapore nero che lentamente faceva scomparire quel suo aspetto da creatura,ridandogli il suo corpo da umano....

la voce sotto il mare

 

la notte passò molto tranquilla,Proteo dormiva tranquillo mentre dal suo corpo usciva un vapore nero che lentamente faceva scomparire quel suo aspetto da creatura,ridandogli il suo corpo da umano….

 

la mattina dopo si alzò presto,per abitudine che gli sembrava quasi dimenticata,e si alzò senza problemi….notando che è umano anche non avendo il braccialetto….probabilmente la sua energia oscura sta diminuendo molto velocemente….

 

si alzò ed andò a farsi una doccia calda calda per togliersi per qualche attimo i brutti pensieri dalla testa e riflettere sul da farsi…

 

si asciugò e si vestì in nero come faceva di solito quando andava in giro per il regno ed uscì senza svegliare nessuno…mancavano ancora pochi squarci e voleva chiuderli da solo…perchè se qualcuno fose andato con lui….non sarebbe riuscito a chiudere l’ultima crepa,non avrebbe avuto il cuore di lasciarli….

 

girò per alcune ore chiudendole tutte….gliene mancava una,ma quella aveva promesso che l’avrebbe chiusa dall’altra parte…..quindi aspettò a chiuderla….

 

si diresse verso il portale est….ove vi era Faye,la spiritella del fuoco….amica sua già dall’infanzia…..

 

rimasero qualche minuto a chiaccherare,poi Proteo la saluta augurandole tutto il bene del mondo….

 

subito prima che andasse nel mondo umano una presenza lo prese per il braccio tirandolo indietro

 

Proteo si voltò spaventato

jack gli molla uno schiaffone a man rovescia

Proteo si massaggiò il livido del schiaffone si divincola dalla presa del ragazzo

 

Jack lo riprese abbracciandolo alle spalle,talmente stretto che quasi gli faceva male….ma non intendeva mollare la presa

 

Proteo non riusciva a muoversi,era incatenato in quell’abbraccio,impulsivo,ma molto dolce….non riusciva nemmeno a parlare….sapeva che sarebbe successo se avesse incontrato qualcuno prima di andarsene…non poteva fare atrimenti….

deglutì a fatica e finalmente disse qualcosa sotto voce

 

Jack dopo vari minuti lo lasciò voltandosi

 

Proteo non rispose,fece qualche passo verso il portale avviandosi….

 

Jack urlo tenendo la testa bassa

 

Proteo si fermò subito prima di passare nel mondo umano….dopo non poteva più tornare indietro corse dall’altra parte per non dare il tempo a Jack di fermarlo e dietro di lui chiuse il portale….

 

con un pò di potere oscuro rimatosi chiuse il portale come se fosse una qualsiasi crepa….da li non si poteva più passare….

 

tornò a casa,silvia ed enrico gli saltarono addosso come sempre,come se non fosse andato via per tutto quel tempo….come se lui non si fosse trasformato in una creatura orribile che avrebbe ucciso chiunque…..

come se…..

se…..

 

nei dodici mesi successivi Proteo viaggiò in lungo ed in largo….andando ovunque ci sia una crepa nel mondo umano….andò in africa,in giappone,in america…..andò ovunque,visitò molti luoghi….

 

infine andò a Rimini…..a chiudere l’ultima crepa con il pochissimo potere rimastogli….

 

ella era sul fondo marino,poco più avanti rispetto la spiaggia…..

quindi poteva benissimo tuffarsi e raggiungerla senza problemi a nuoto…..

era estate,quindi c’era gente che andava a farsi il bagno…..

quindi decise di andarci di sera….

che c’era meno gente e si sentiva più tranquillo….

 

quella sera c’erano delle nuvole nere che coprivano come tanti serpenti sinuosi il sole al tramonto,Proteo rimase vestito e si tuffò nelle acque ancora calde del mare ormai scuro…

 

nuotò qualche minuto ed arrivò sul fondo marino,appoggiata alla sabbia ecco l’ultima crepa che collegava il mondo con uno dei due regni….chissà quale….non lo sapeva,e nemmeno voleva saperlo….

gli mancavano tantissimo i suoi figli…..

se avesse potuto……sarebbe scappato dall’altra parte….ma si tratteneva a stento al farlo…..il suo posto è li ormai….

 

chiuse la crepa come tutte le altre e rimase un attimo in silenzio sotto l’acqua….

li poteva piangere che nessuno di sicuro se ne accorgeva…nemmeno se stesso….

 

sentì una voce….

 

come se qualcuno lo chiamasse….

 

una voce soave,che conosceva,che non sentiva da tantissimo tempo…….

 

la voce sotto il mare che sentiva….

 

era quella di sua madre…..

 

dopo alcuni minuti tornò in superficie e raggiunse la spiaggia….qualcuno stava fermo sulla spiaggia,poco distante da lui,seduto con un asciugamano tra le mani sulle ginocchia…

questa persona si alzò e lo raggiunse appoggiandogli l’asciugamano da spiaggia sulle spalle

 

Proteo annuì abbracciò corinne con molta delicatezza,come se stesse abbracciando un bellissimo bicchiere di cristallo…

 

poco dopo Corinne gli alzò il volto

 

Proteo le accarezza il mento dandole un dolcissimo bacio sulle labbra e con l’altra mano accarezzandole i capelli dietro la nuca, prima di rispondere

 

si chiusero in un lunghissimo abbraccio mentre il sole continua a scendere nel mare provocando nastri rossi…..

 

dopo qualche secondo i due ragazzi si presero per mano andando a casa….

 

a vivere una nuova vita….

 

una vita da umani…..

 

the end

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti