Questo sito contribuisce alla audience di

Fullcomics 2008, un'analisi finale

I commenti a caldo degli organizzatori dopo il successo della quarta edizione

E anche per quest’anno Fullcomics é andata. Lunghi mesi di lavoro impegnativo ma sempre svolto con grande passione e convinzione da parte degli organizzatori si sono conclusi in tre giorni intensi e indimenticabili, ricchi di partecipazione, iniziative e soprattutto anima. Eh si perché é proprio l’anima di Fullcomics che colpisce e attira da tutta Italia migliaia di giovani, addetti ai lavori, appassionati, curiosi, musicisti e cosplayers e li induce a radunarsi una volta all’anno nella splendida cornice del centro storico di Piacenza. A Fullcomics si respira un’aria diversa dalle grandi fiere del fumetto, un ambiente in cui tutti gli editori e gli autori partecipanti si ritrovano fra di loro in un clima di grande sinergia e amicizia, pronti a discutere insieme come se facessero parte di una stessa squadra di come veicolare e rendere sempre più visibile un’arte che per molti, oltre alla passione, costituisce una vera e propria professione, quella del fumetto.
Fullcomics é un grande incontro fra chi i fumetti li inventa, li disegna, li produce e li legge; un vero e proprio meeting dove giovani che si affacciano a questo mondo artistico possono intrattenersi a lungo con i loro beniamini di sempre, i loro maestri ai quali magari proporre le proprie idee, i propri disegni nella speranza di un’opportunità professionale. E poi Fullcomics permette di immergersi nel panorama del fumetto in tutti i suoi aspetti, dal più culturale come la prestigiosa mostra espositiva a quello ludico e scherzoso come il cosplay e la musica dei cartoons, passando per gli stand della mostra mercato, quest’anno letteralmente invasa da migliaia di appassionati.
L’edizione 2008 ha consolidato il successo dell’anno precedente. Sono state apportate diverse migliorie tecniche nella preparazione dell’evento ed é stato creato un ideale percorso del fumetto in una parte del centro storico (Piazza Cavalli, Ranuccio, Via Cittadella e Palazzo Farnese). I visitatori sono stati molti, almeno il doppio dello scorso anno, tantissimi da fuori provincia e regione. Il centro storico fra Piazza Cavalli e Palazzo Farnese, nei tre giorni dell’evento ha fatto registrare un flusso di circa 20.000 persone tra pubblico esperto e curiosi ma avvicinare il fumetto al pubblico di passaggio é anche questo uno degli scopi della manifestazione. La formula Fullcomics é vincente, gli organizzatori non hanno alcun dubbio al riguardo e tutti i feedback raccolti tra gli addetti ai lavori sono incoraggianti; tutti sono convinti che in pochi anni l’appuntamento piacentino potrà diventare un grande evento imperdibile per decine di migliaia di appassionati da tutta Italia e potrà costituire un forte indotto economico turistico per la città che già quest’anno ha goduto di una certa visibilità nazionale visto il risalto che importanti media hanno dato all’evento (riviste specializzate, quotidiani, radio e canali televisivi della Rai). “Stanno nascendo importanti sinergie con altre manifestazioni alle quali siamo stati invitati a collaborare nelle varie organizzazioni, segno che al fianco della grande Lucca Comics hanno ragione di esistere realtà proprio come Fullcomics, evento diverso e complementare e proprio per questo utile e fondamentale per il mondo del fumetto”, afferma Salvatore Primiceri di Voilier2000 Network (coordinatore generale dell’evento). Il gemellaggio fra Fullcomics e la nascente “Comicult” di Lecce ne é solo un primo concreto esempio.
L’organizzazione (Voilier2000 e Circolo Il Senso delle Nuvole Arcadia) esprime quindi piena soddisfazione per la riuscita dell’evento e ringrazia le istituzioni e gli sponsor privati che ci hanno creduto. Anche la mostra espositiva, molto ben allestita nelle sale del Farnese, ha registrato un notevole afflusso di visitatori scacciando il timore che la location leggermente decentrata dal resto degli eventi di Piazza Cavalli potesse essere in qualche modo meno considerata nella passeggiata del pubblico. Del resto la qualità della mostra di quest’anno era davvero molto elevata e per un appassionato sarebbe stato impossibile non cogliere l’occasione di ammirare le tavole originali di maestri come Palumbo, Altan, Freghieri, Andrea Pazienza e molti altri.
Ottimi anche i pareri degli esercizi commerciali del centro, soprattutto bar e ristoranti che hanno registrato un incremento di clientela significativo soprattutto nella giornata di domenica. Diversi hotel della città hanno registrato il pieno. Elencate le cose positive di Fullcomics gli organizzatori hanno già iniziato a pensare invece a come migliorare sempre di più correggendo alcune imperfezioni dovute soprattutto alla giovane età della manifestazione e al risicato budget con cui la manifestazione é stata messa in piedi. “Per l’anno prossimo, afferma Primiceri, sarà necessario allestire la mostra mercato in una forma più protetta da eventuali rischi atmosferici. Il porticato del Gotico é molto suggestivo ma la soluzione migliore sarebbe una tensostruttura in piazza lasciando libero uno spazio per il palco e le attività musicali e ludiche. D’altronde viste le adesioni sempre in aumento lo spazio del porticato non sarebbe comunque più sifficiente. E’ di fondamentale importanza, inoltre, coprire l’offerta data da editori, fumetterie e autoproduzioni con un’area “junior” dedicata all’editoria e all’illustrazione per l’infanzia e ragazzi”. Altro dettaglio che gli organizzatori sperano di veder migliorare é l’adesione e la fiducia di sponsor privati e istituzionali, necessari a mantenere gratuito l’evento. Buona la quarta, appuntamento al 2009!

“Un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato e ai media che hanno dato risalto all’evento. Grazie”.
www.fullcomics.com

Comunicato stampa 14.04.08
Ufficio stampa Voilier2000 -

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti