Questo sito contribuisce alla audience di

Arriva Boog e Elliot 2

Ecco a voi in anteprima la trama, la recensione e l'identikit dei personaggi del secondo episodio di Boog E Elliot - A Caccia Di Amici, il film di successo creato dalla Sony Pictures Animation.

TRAMA
 
Un anno dopo l’avventura del primo film, i nostri eroi si riuniscono per un evento importante: il matrimonio fra Elliot e Giselle, celebrato tra l’altro dal pomposo cervo Ian, che nello scorso episodio aveva gonfiato Elliot di botte.

Proprio quando anche Elliot sta per rispondere ‘Lo voglio’, il simpatico bassotto Wurstellini cade nella trappola della sua stessa padrona, la quale si era imbattuta in un’affannosissima ricerca per ritrovarlo. Quando Elliot tenta di intervenire (mandando a monte la cerimonia, tra l’altro), è ormai troppo tardi. Così gli animali della foresta si schierano ancora una volta contro gli umani. Ma stavolta, c’è un nemico ben peggiore da affrontare…

Charlene e Bob, i padroni di Wurstellini, avevano deciso di passare l’estate in un confortevole villaggio vacanze a tema ‘Animalidomesticilandia’, nel bel mezzo delle montagne nordamericane.

Dunque è lì che fanno tappa insieme ad altri amici, ognuno col rispettivo cane. Uno di questi in particolare, Fifì, (un barboncino dal pelo iper-cotonato e ossessionato dalla pulizia stile ‘Melman’ di Madagascar) adocchia da subito Wurstellini come cattivo esempio in quanto ‘contagiato dall’insidiosa foresta’.

Per Wurstellini quindi la vita cambierà da così a così, troverà lusso, comfort, scivoli acquatici a tutta velocità, vivande a gogò e dei nuovi amici. O almeno, questo è quello che crede lui.

Nel frattempo, Boog, Elliot e il loro seguito raggiungono il villaggio e si mimetizzano alla meno peggio fra gli animali da compagnia per poi trarre in salvo Wurstellini nel momento più opportuno. Ma purtroppo non se la sbrigheranno così facilmente…

 
CRITICA
 
Boog e Elliot 2 è (tanto per cambiare) diverso dal primo episodio: tanto per cominciare il protagonista è Wurstellini, cosa che potrebbe lasciare un pò sconcertati all’inizio.

In secondo luogo, grafica e animazione sono state affidate dalla Sony Pictures in persona ad un’altro studio indipendente: La Reel FX Creative Studios, che vanta collaborazioni con Disney, Dreamworks e Blue Sky.

La resa generale quindi è quasi perfetta, ma a lungo andare si nota che la mano è diversa. Niente paura, però: il film, nonostante non possieda una trama che brilli per originalità, è tuttavia pieno di buone idee e battute divertenti.

Anche se purtroppo, perde un po’ la poesia del primo, specie nella stilizzazione dei paesaggi e dei personaggi, specie quelli nuovi, non troppo congruenti al look dei vecchi.
 
PERSONAGGI
 

BOOG: Il caro vecchio orsacchiotto domestico. A parte la sua amata Beth e il peluche Dinkleman, non ha troppi rimpianti del passato. Si unirà volentieri alla gang di salvataggio, e a dirla tutta avrà anche occasione di dimostrare il suo look felino, in una delle scene più divertenti del film.
 

ELLIOT: Già iperattivo di suo, finisce sotto shock non appena vede il ‘rapimento’ di Wurstellini. Scontato a dirsi, è lui l’autore della maggior parte delle gag. Chissà che non approfitti del caos per distruggere tutto quello che gli umani hanno creato? Non sarebbe una novità…
 

WURSTELLINI: Il povero bassotto è il più bistrattato del gruppo. Una volta arrivato a Animalidomesticilandia dovrà fronteggiarsi con altri suoi bizarri simili, ma anche a leccornie da sballo e attrazioni incredibili. Quindi la domanda è: tornare alla vecchia vita o lasciarsi abbindolare dal Paradiso dei Cani?
 

IAN E GISELLE: Un tempo Giselle era la promessa sposa di Ian, che aveva tutte le carte in regola contro Elliot: più avvenente, più coraggioso, più imponente, più massiccio e corna più poderose. Invece, a quanto pare, c’è stato un sovvertimento, e Ian dovrà farci l’abitudine, nonostante ogni tanto non resista a sfottere il povero Elliot, difeso da Giselle 24 ore al giorno.
 

LUCIA E MARIA:

Sempre le nostre adorate puzzole,
ben liete di aggregarsi alla compagnia
ancora una volta.
 

AMICHETTO: E’ chiaro che questo simpatico porcospino non si chiama così.

ma non fa altro che ripetere ‘amichetto’ o per meglio dire ‘michetto’ a chiunque capiti sulla sua strada.

Nemmeno Beowulf ha mai ripetuto il suo nome così tante volte.
 

MCSQUEEZIE: Con i suoi inconfondibili tratti da scozzese, Mc Squeezie è capo del clan dei ‘Codapelosa’, paladini del bene, difensori del giusto, guardiani dei pini della foresta da secoli. A Boog e Elliot faranno comodo le sue ghiande.
 

FIFI’: 
Super viziato, ipocondriaco e suscettibile,
Fifì è un barboncino abituato alla bella vita. Maschio, anche se non si direbbe, adora il linguaggio forbito e se deve fare il cattivo, lo farà con stile.
Wurstellini vuole tornare nei boschi? Padronissimo, ma non senza un combattimento.
 

CHARLENE:
Sempre insieme a suo marito Bob,
al quale non permette mai di proferire parola,
ha deciso di tornare nei boschi per cercare Wurstellini e passare insieme a lui un’idilliaca vacanza a Animalidomesticilandia in compagnia delle amiche.

Grazie a Dave gatto.sm@libero.it per la splendida recinsione

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti