Questo sito contribuisce alla audience di

Nasce nell’Altomilanese il primo fumetto dedicato al mondo artigiano

Un artigiano che sotto il segno dell’avventura illustrata si propone come testimonial della categoria degli artigiani italiani, si vuole raccontare attraverso strisce e tavole a fumetti la vita del mondo dell’artigianato.

Problematiche di diverso tipo, aspettative, sviluppo, temi sociali ma anche semplice quotidianità, perché Filippo non è un supereroe, è un cittadino normale, semplice, con una forte coscienza ambientalista e animalista, che svolge un mestiere speciale: non un supereroe dai poteri inspiegabili, ma un eroe del quotidiano con molto intuito, arguzia, sensibilità, curiosità costruttiva, apertura verso il mondo e il diverso da sé. Un mix di doti che a volte lo trasformano…

E’ un artigiano del “sistema casa” che ha ereditato dal padre una piccolo laboratorio e abita in una cittadina di provincia del nord Italia, nella quale è abbastanza conosciuto.
Estroverso con il mondo non lo è molto nella vita privata. Ha l’istinto del volontario: quando c’è da dare una mano al prossimo lui c’è!

Filippo oltre alla passione per il suo lavoro, per il mare, la pizza e il cioccolato ha un’altra grande passione i gialli e tutto ciò che rientra nell’affascinante mondo dell’investigazione. Infatti, adora le serie tv come CSI, NCSI, Number, i vecchi film di Maigret e quelli più moderni con Luca Barbareschi nei panni del commissario Soleri in “Nebbie e delitti” e, naturalmente, Montalbano.

Tuttavia non disdegna i gialli di un tempo e il filone del mistery storico di matrice anglosassone con i commissari e poliziotti creati da Anne Perry e ambientati nella Londra vittoriana.
Filippo, e non può essere che così, è curioso e affascinato da tutto quello che non conosce. Tanto che, quando viene chiamato per interventi urgenti, spesso e involontariamente, si ritrova sulla “scena di un crimine”, per porte forzate, finestre divelte e molto altro ancora… e visto che i gialli sono la sua passione… artigiano ci cova!

Sì, perché al di là di tutto, Filippo è un artigiano che come la maggior parte degli artigiani, lavora e affronta i problemi quotidiani: il lavoro in nero, un amico che si perde con la passione del gioco, l’usura, l’adeguamento alle normative, le regole da rispettare e quello non rispettate, la concorrenza oltre alla crisi che spaventa tutti e tutto.

IL PROGETTO FILIPPO CONFALMI

Filippo Confalmi
Filippo nasce dall’idea di Patrizia Lia e Giovanna Mazzoni, disegnato da Fabrizio De Fabritiis, per comunicare con i nuovi artigiani, i giovani, occorre “parlare” come loro, trovare una nuova linea di contatto per mettere in comunicazione e avvicinare un’Associazione come la nostra agli artigiani “del futuro”.

Comunicare e, soprattutto, in maniera coinvolgente non è facile; le notizie, le comunicazioni, le news o i rumors ci arrivano da ogni parte, ne siamo invasi alla “velocità della luce” tanto che, spesso, quelle informazioni che veramente interessano il mondo artigiano rischiano di passare in secondo piano e di non essere recepite o ascoltate in modo corretto e utile per gli artigiani stessi. Il progetto vuole diventare un modo nuovo per far conoscere al meglio anche il nostro territorio e la sua quotidianità, le sue curiosità, le sue peculiarità enogastronomiche, le realtà fieristiche, le rievocazioni storiche e molto altro.

Il fumetto con la creazione di un mondo “parallelo” e di fantasia permette di attingere a quel grande bacino umano – rappresentato dagli artigiani – e raccontarlo con fantasia e ottimismo cercando di trasmettere un messaggio carico di quella inventiva, creatività e genialità che è racchiusa nel “saper fare” di ogni artigiano. Un saper fare, non solo nella propria arte, ma anche nel saper fare associazione che con Filippo Confalmi, si trasforma in saper raccontare.

Filippo lo si può trovare
nelle pagine di “Artigiano Oggi”, il mensile di Confartigianato Alto Milanese.

A partire dalla seconda settimana di aprile potrete trovare le storie di Filippo sulle tovagliette distribuite in bar, paninoteche, trattorie dove solitamente pranzano gli artigiani oppure nelle prossimità di scuole professionali.

Per la fine di aprile, invece sarà funzionate il sito ufficiale
Dove potrete trovare oltre alle storie di Filippo, le iniziative alle quali parteciperà, strisce “campagne sociali” (contro lo spreco dell’acqua, rispetto delle normative, ecc) ma, non solo ci sarà la possibilità di interagire con Filippo chiedendo a lui consigli per piccoli inconvenienti (gocciola il rubinetto, la porta cigola,ecc) e Filippo risponderà.
Nel sito potrete trovare molto altro, e nono solo Filippo è disponibile per ogni campagna pubblicitaria/promozionale del Sistema Confartigianato.

Filippo Confalmi è già presente in Facebook.
Filippo Confalmi ha un suo blog dal quale interagisce con il mondo della rete e non solo.

Le categorie della guida

Argomenti

Ultimi interventi

Vedi tutti