Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista all'autore di PopPixie

E’ stata presentata da poco la nuova serie serie PopPixie; primo spin-off di Winx Club. Ho intervistato per conoscere maggior dettagli,trucchi, curiosità ecc. l’autore di essa Francesco Artibani



E’ stata presentata da poco la nuova serie serie PopPixie primo spin-off di Winx Club . Ho intervistato per conoscere maggior dettagli,trucchi, curiosità ecc. l’autore di essa Francesco Artibani

D: Presentaci tu PopPixie
R: E’ una serie che nasce da una costola di Winx Club ed è dedicata alle minifatine comparse per la prima volta nella seconda serie del cartone animato. Le Pop Pixie sono un’evoluzione di quelle Pixie; nei 52 episodi della serie ne sapremo un po’ più su di loro, scoprendo la città di Pixieville, il loro mondo e tanti altri personaggi.

D: Sei soddisfatto del lavoro realizzato?
R: Sicuramente! E’ stato uno sforzo produttivo molto grande (e lo è ancora perchè la serie è nelle fasi finali della produzione). Dal punto di vista delle storie ci muoviamo in un genere diverso rispetto le trame di Winx Club e sul fronte artistico sono stati prodotti ambienti e personaggi straordinari.

D: Quanto tempo hai impiegato per scrivere la serie?
R: Siamo al lavoro da un anno, ormai. Uso il plurale non per un delirio di onnipotenza ma perché il lavoro è stato seguito da una squadra di scrittura articolata. Io ho preparato la bibbia della serie e ho lavorato come story editor e come sceneggiatore, scrivendo i soggetti degli episodi. Poi Red Whale (lo studio che dirigo con mia moglie Katja Centomo), grazie al coordinamento fondamentale di Flavia Barelli, ha organizzato gli sceneggiatori mettendo insieme un gruppo capace di produrre molte storie in un tempo contenuto.

D: E’ filato tutto liscio?
R: La serie, come tutte le nuove produzioni, ha avuto bisogno di un po’ di rodaggio ma con gli autori abbiamo trovato presto un’ottima sintonia.

D: Raccontaci qualche aneddoto particolare…
R: Quelli di solito vengono in mente alla fine, come i contenuti speciali dei dvd… Rifammi la domanda quando la serie sarà in onda!

D: Sinceramente cosa ti aspetti da questa serie
R: Da autore, l’obiettivo principale è quello di avere una serie divertente per un pubblico ampio come quello di Winx Club, con buoni ascolti e un buon gradimento. Se poi sarà anche una serie di successo dal punto di vista commerciale sarò doppiamente contento.

D: Winx club è accusato di creare uno stereotipo femminile sbagliato le protagoniste sono tutte magre tutte belle tutte alla moda ecc.. tu sei d’accordo?
R: Ovviamente non sono d’accordo nemmeno un po’. Le critiche di questo genere le trovo banali, di un qualunquismo sconfortante che è ancora più sconfortante quando i commenti superficiali arrivano da osservatori che, in teoria, dovrebbero maneggiare gli strumenti per un’analisi più sostanziosa. Le storie di Winx Club sono storie avventurose i cui ingredienti sono la magia, la commedia e il sentimento. La moda, lo shopping, l’aspetto esteriore delle protagoniste non sono il messaggio principale della serie e dopo 102 puntate sarebbe interessante leggere qualche osservazione un po’ più ponderata. Quello che riscontro spesso è un approccio molto superficiale da parte dei detrattori della serie ma ancor più, dietro certi attacchi che non hanno niente a che vedere con il diritto di critica, noto una certa insofferenza nei confronti della realtà rappresentata dalla Rainbow, colpevole di riuscire dove gli altri non riescono. Questa è una vecchia abitudine tutta italiana ma per fortuna le Winx sono ragazze con le spalle larghe…

D: In PopPixie essendo un cartoon rivolto alle bambine c’è qualche messaggio particolare che si lancia attraverso il cartoon?
R: Il tema dell’amicizia è molto importante ma quello principale che fa da filo conduttore di tutta la serie, è sicuramente quello dei Talenti, della fiducia in sé stessi indispensabile per realizzare il proprio sogno. Le Pixie diventano Pop Pixie attraverso un percorso impegnativo, diverso per ognuno dei personaggi alla scoperta del proprio Talento magico. Fiducia e ottimismo sono gli elementi portanti del progetto, una serie che non è diretta solo al pubblico femminile.

D: Ci dai qualche spoiler sulla serie
R: Tutto quello che posso dire è che ci saranno dei personaggi già conosciuti insieme a dei personaggi totalmente nuovi ma anche personaggi già visti riproposti in una chiave totalmente inedita.

D:Parlando di te a cosa stai lavorando adesso?
R: Sto lavorando a delle nuove produzioni animate e ad alcuni progetti a fumetti per il mercato italiano e per quello francese con la casa editrice Glenat. Per l’animazione ci sono due serie nate da progetti Red Whale per i quali nutro una particolare aspettativa; sul fronte fumettistico usciranno delle nuove storie per Lupo Alberto e una cosa impegnativa e speciale per il 2011. Sono tutti lavori in corso blindati dal segreto tombale di cui magari potremo parlare in qualche altra occasione…

D: com’è fare lo sceneggiatore in Italia
R: Dopo 23 anni personalmente continuo a trovare questo mestiere divertente e ricco di soddisfazioni. In tutto questo tempo ho sempre cercato di diversificare il lavoro e questo mi ha permesso di scoprire, conoscere e apprendere. Vivere di scrittura in Italia nel mondo del fumetto e dell’animazione oggi è impegnativo ma si può fare.

D: Ti saluto ti faccio tanti complimenti vuoi aggiungere qualcosa per tutti i fan delle winx?
R: Grazie dei complimenti e dell’attenzione. E dico grazie anche ai fan delle Winx per la fedeltà e l’affetto con cui seguono le avventure di Bloom e delle sue amiche.

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • veu

    29 Apr 2010 - 21:09 - #1
    0 punti
    Up Down

    Grazie Francesco per questa bellissima intervista!!!!

    PopPixie ha grandissimi valori come Winx!!!

    Seguiamo sempre con interesse ed entusiasmo i tuoi lavori!

  • Al

    30 Apr 2010 - 21:03 - #2
    0 punti
    Up Down

    Francesco Artibani e la sua squadra sono davvero bravissimi. Il loro modo di lavorare è perfetto. La Rainbow è un’ottima casa di produzione e sta davvero conquistando il mondo, c’è da essere fieri che il talento italiano stia spopolando anche all’estero.

    Per quanto riguarda PopPixie sicuramente la seguirò. Da quanto si legge nell’intervista è una serie portatrice di validi e solidi principi, come anche Winx Club. Mi piace molto l’idea della fiducia e dell’amicizia. E poi le piccole Pixies mi sono troppo simpatiche!

    Inoltre ho una grandissima curiosità circa i nuovi progetti, sia quelli fumettistici, sia quelli animati. Sul fronte dei cartoni animati un progetto penso sia Lys, stupenda serie a fumetti distribuita dalla Tridimensional qualche anno fa e che sta letteralmente spopolando in Francia in questi anni. Tra l’altro tempo fa proprio sul sito Red Whale si parlava di Lys come possibile serie animata, tengo le dita incorciate, mentre l’altro progetto chissà qual è. Sarà tra quelli del sito Red Whale? Come vorrei saperne di più…

  • roxy1991

    12 Sep 2010 - 11:16 - #3
    0 punti
    Up Down

    al penso anche io che lys sia uno dei progetti in questione.spero che con il successo della serie animata il fumetto possa continuare almeno in Italia. sicuramente il tema della salvaguardia dell’ambiente è molto caro in tempi come questi.winx club è un successo a dir poco planetario (mancano soltanto alcune nazioni dove arrivare ma col tempo le winx saranno anche li es giappone)e auguro a poppixie il successo che sicuramente lo avrà per le sue potenzialità.In bocca al lupo alla rainbow!!!!

  • scarlet14

    31 Dec 2010 - 13:18 - #4
    0 punti
    Up Down

    Indubbiamente le winx sono ragazze dalle spalle larghe, ma dalle tasche ancora più larghe e foderate di soldi. Le seguo dalla prima serie e i valori iniziali si sono totalmente persi, mentre quelli superficiali come “la moda, lo shopping, l’aspetto esteriore delle protagoniste”, l’avere tutto senza fare niente, sono diventati i principali.
    Spero che poppixie faccia una fine migliore di winx.

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti