Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista alla disegnatrice Margherita Tramutoli

Sono Margherita, disegnatrice travestita da studentessa all'università, studentessa travestita da disegnatrice nel mondo del fumetto e travestita e basta quando pronuncio la prima parola appena sveglia. Ho 26 anni, vivo a Napoli, dove mi sono trasferita per studio (Relazioni Internazionali e Scuola Italiana di Comix), ma sono nata a Potenza.



PRESENTATI
Sono Margherita, disegnatrice travestita da studentessa all’università, studentessa travestita da disegnatrice nel mondo del fumetto e travestita e basta quando pronuncio la prima parola appena sveglia. Ho 26 anni, vivo a Napoli, dove mi sono trasferita per studio (Relazioni Internazionali e Scuola Italiana di Comix), ma sono nata a Potenza.

QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE ARTISTICA
La mia passione per il disegno affonda le sue radici nella mia infanzia: mia madre e mio padre hanno sempre dipinto per hobby, e mia madre è ceramista per mestiere, per cui sono cresciuta in un clima ricco di stimoli, con un pennello in mano senza pretese artistiche nè direttive tecniche, così, solo perchè mi divertissi. Col tempo questa passione è stata incanalata naturalmente in direzione delle mie propensioni maggiori: il fumetto e l’illustrazione.

COM’E’ IL TUO RAPPORTO CON IL MONDO RADIOTELEVISIVO
Ho maggiore confidenza col mondo delle radio, in effetti, che fanno molta compagnia quando disegni ma senza distrarti eccessivamente, ed è per questo che preferisco radio che non ti annoiano con troppe chiacchiere, come Virgin.
La televisione la guardo poco, è l’unica cosa che posso fare per contrastare l’omogeneizzazione della maggior parte dei programmi verso standard di idiozia e qualunquismo piuttosto alti. E’ la protesta che esercito nel mio piccolo. I film li vado a vedere a cinema, chè lo schermo è più grande e la poltrona più comoda della mia sedia in cucina… c’est tout!

QUALE’ E’ IL TUO PROGRAMMA PREFERITO
Come dicevo, a parte (alcuni) telegiornali, in tv guardo film,perlopiù, quando sono evergreen che avrei piacere di rivedere, non molto altro.

QUAL’E’ IL CANALE TELEVISIVO CHE GUARDI PIÙ FREQUENTEMENTE
Domanda difficile, dopo quanto detto sopra… Direi Iris, Rai4, quelli che più frequentemente mandano film, sempre senza tante chiacchiere.

QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE PER I CARTOON
Come ogni bambino, la passione per i cartoon -che pure non è assoluta e non trascende passioni superiori, come quella per il cinema- nasce da piccola, quando non sapevo leggere e chiedevo a mia madre di dirmi che titolo avesse la puntata e di ricordarlo (!). In realtà da piccola ero un pò selettiva rispetto ai cartoni: guardavo solo quelli di cui mi piacevano i disegni, gli anime non mi piacevano, ma adoravo i Disney, ad esempio. Ripensandoci ora, i miei gusti sono stati molto chiari fin dal principio, senza ripensamenti (la qual cosa normalmente mi spaventa, ma in questo caso credo sia sintomo di una concezione “estetica” piuttosto precisa).

IL TUO CARTOON PREFERITO
Il mio cartone preferito è Appuntamento a Belleville, assolutamente.

IL PERCHE’
I disegni sono geniali, un tratto elegante senza essere stucchevole; la palette cromatica è la mia preferita: colori caldi, marci, caramellati, e la storia è deliziosa, originale e poetica ma anche esilarante. Lo adoro!

HAI UN SITO WEB
Ho un blog, (clikka )

PERCHE’ E’ NATO
Il blog è nato perchè credevo che soprattutto in un ambito come quello del fumetto, dell’illustrazione, funzionasse molto e desse una visibilità maggiore rispetto al solo andare per fiere propondendo agli editori il mio lavoro.

E’ un blog sul quale posto praticamente solo i miei disegni e lascio normalmente poco spazio a racconti sulla mia vita personale o a pensieri intimi, che preferisco affidare a chiacchierate con gli amici davanti a un caffè. Poche chiacchiere come al solito, niente di nuovo.

DI COSA TI OCCUPI ATTUALMENTE
Al momento sto finendo gli studi di Cooperazione Internazionale e nel frattempo disegno, come al solito.

PROGETTI FUTURI
In previsione c’è una storia a fumetti con una sceneggiatrice per la quale nutro una grande ammirazione e diverse collaborazioni per quanto riguarda le illustrazioni.

SOGNI NEL CASSETTO
Mi piacerebbe disegnare qualcosa scritto da me, ma solo quando avrò l’esperienza (di vita) necessaria a scrivere qualcosa di veramente interessante, e nemmeno è detto che debba arrivare fisiologicamente, questo momento. Penso a qualcosa come un diario di viaggio, visto che viaggio molto e lontano lontano, magari illustrato più che fumettato. Per ora, però, a ciascuno il suo mestiere.

ALTRO
Grazie per l’attenzione e buon lavoro!

Margherita

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti