Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Giorgio Salati

Sono nato nel 1978 a Milano, dove risiedo tuttora. Di mestiere faccio l’autore in senso lato: sceneggiature per fumetti e cartoni animati, racconti per l’infanzia, redazionali, per non parlare della mia attività di musicista… Ho iniziato a lavorare nel 2003 per Disney, per la quale ho recentemente consegnato la cinquantesima sceneggiatura! Ho scritto redazionali per la Settimana enigmistica, racconti per Focus Pico, e da poco scrivo sceneggiature per cartoni animati: attualmente è in onda su Rai 2, tutti i giorni alle 7:25, la serie “PopPixie” che mi vede tra i collaboratori.



PRESENTATI
Sono nato nel 1978 a Milano, dove risiedo tuttora. Di mestiere faccio l’autore in senso lato: sceneggiature per fumetti e cartoni animati, racconti per l’infanzia, redazionali, per non parlare della mia attività di musicista… Ho iniziato a lavorare nel 2003 per Disney, per la quale ho recentemente consegnato la cinquantesima sceneggiatura! Ho scritto redazionali per la Settimana enigmistica, racconti per Focus Pico, e da poco scrivo sceneggiature per cartoni animati: attualmente è in onda su Rai 2, tutti i giorni alle 7:25, la serie “PopPixie” che mi vede tra i collaboratori.

QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE ARTISTICA
Troppo in là perché me lo ricordi. Quand’ero piccolissimo dicevo ai miei genitori che da grande avrei fatto il clown. Ero già appassionato di fumetti e di musica, entrambi forniti in abbondanza dai miei genitori. All’età di 9 anni ho cominciato a strimpellare la chitarra, alla stessa età ho pubblicato la mia prima poesia su un libro per le scuole! Verso i 12 ho creato i miei primi rudimentali fumetti (erano quasi tutti imitazioni dei “bonellidi”), oltre a delle imitazioni dei quotidiani e della Settimana Enigmistica… I primi anni delle superiori scrivevo le mie prime poesie e in contemporanea fondavo la mia prima band vera e propria. Dopo le superiori, seguendo la mia passione per la scrittura, ho cominciato a seguire corsi di scrittura creativa e sceneggiatura cinematografica, pubblicando qualche racconto su riviste di settore, finché, attorno ai 22 anni, dopo una lunga chiacchierata notturna con un amico appassionato di fumetti, ebbi la folgorazione: quello era un medium che conoscevo bene, ecco quale poteva essere la mia strada! Fu così che mi iscrissi alla Scuola del Fumetto… il resto è storia!

QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE PER I FUMETTI
Anche quella, dalla nascita direi. Mio padre è da sempre appassionato di fumetti, in particolare i fumetti Disney di Barks e Gottfredson, poi Tex, i Peanuts, e molto altro. Prima che nascessi io, già mio fratello aveva a disposizione Topolino. Nacqui praticamente in mezzo ai fumetti e imparai a leggere con Topolino, ben prima di andare a scuola!

IL TUO FUMETTO PREFERITO
Mi è quasi impossibile rispondere: ce ne sono troppi. Uno dei miei preferiti in assoluto è Watchmen di Moore e Gibbons.

IL PERCHE’
Perché ha una raffinatezza di scrittura, una profondità emotiva, psicologica, una quantità di tematiche e di livelli di lettura, che lo rende un capolavoro unico nella storia. Nonostante il bel film che ne è stato tratto, si tratta di una storia che, presa così com’è, può esistere solo in un fumetto. E’ stato pensato apposta per quel mezzo, la tecnica superlativa che è stata usata per distribuire vignette e pagine non può essere resa con nessun altro mezzo se non il fumetto, ed è parte integrante della narrazione.

QUANDO NASCE LA TUA PASSIONE PER I CARTOON
Da bambino, un po’ come tutti, vedevo diversi cartoni animati: dai Puffi ai Transformers, da Ken il Guerriero a Fantaman. Non guardavo moltissimi film animati, ma adoravo quelli di Bozzetto, in particolare “West & Soda” e “Allegro ma non troppo”. Più tardi mi sono innamorato dei Simpson e dei film Pixar (tra i miei preferiti: “Toy Story”, “Alla ricerca di Nemo”, “Monsters & Co.”).

IL TUO CARTOON PREFERITO
Pure qui mi è difficile rispondere. Dirò i Simpson.

IL PERCHE’
In primis, l’umorismo, che è del tutto originale, sempre in bilico sulla linea del cinismo, senza mai eccedere (come invece succede nei Griffin), e in grado di satireggiare la società americana e occidentale tutta, in maniera geniale ed efficace. E poi anche qui la quantità di temi, di livelli di lettura, la carica emotiva e a volte anche drammatica, le riflessioni profonde a cui ti porta tramite gag a prima vista innocue… I personaggi dei Simpson, pur con tutti i loro difetti, hanno una forte dimensione morale che li mette in conflitto con la propria tendenza a conformarsi all’andazzo generale della nostra società fatto di pigrizia, cinismo e superficialità.

HAI UN SITO WEB

Ho un blog: giorgiosalati.blogspot.com

PERCHE’ E’ NATO
Avevo bisogno di un luogo dove accentrare le mie attività lavorative, e per tenere informati i pochi interessati sulle mie pubblicazioni. Mi serve come “vetrina” del mio lavoro, ma anche come “promemoria” per me stesso, per tenere insieme le fila di tutte le cose che faccio (quasi tutte).

PRESENTA IL TUO SITO
Be’, per l’appunto, se volete rimanere aggiornati su ciò che pubblico, dai fumetti Disney, Huntik, Focus Pico, cartoni animati Rainbow e compagnia bella, vi aspetto sul blog! Troverete anche post con le mie riflessioni sul mestiere dello sceneggiatore. Non si tratta di lezioni di sceneggiatura, però qualche consiglio per chi intraprende questo mestiere lo si può ricavare!

DI COSA TI OCCUPI ATTUALMENTE
Sto continuando a scrivere sceneggiature per Topolino, e per cartoni animati (con l’agenzia RedWhale), oltre a racconti per Focus Pico, e scalette per un programma tv per l’infanzia di cui per ora preferisco non dire altro. Quanto alla musica, suono in diverse rock band.

PROGETTI FUTURI
Oltre a continuare le attuali attività, dovrei partire con una nuova serie a fumetti (anche qui per ora preferisco mantenere il riserbo), e sto preparando dei progetti per fumetti da proporre al mercato francese. Restate aggiornati venendo a trovarmi ogni tanto sul blog!

SOGNI NEL CASSETTO
Alcuni li ho già realizzati (ad esempio avere delle mie storie disegnate dal Maestro Cavazzano). Altri riguardano alcune idee che ho in mente per la musica, per i fumetti, per la narrativa (un giorno o l’altro troverò il tempo di scrivere il mio primo romanzo). Vorrei arrivare anche a scrivere per il cinema. Ma forse uno dei miei sogni più grandi è scrivere musica e testi di un musical, e poterlo anche interpretare!

ALTRO
Ringrazio te Enrico per l’ospitalità, e saluto tutti i lettori di fumetti, incoraggiandoli a continuare a coltivare la propria passione, e invitandoli sul mio blog!

Ciao a tutti!

Giorgio

Commenti dei lettori

(Inserisci un commento - Nascondi commenti anonimi)
  • casasimpson

    11 Jan 2011 - 19:13 - #1
    0 punti
    Up Down

    perfettamente d’accordo! i Simpson sono mitici!

Le categorie della guida

Ultimi interventi

Vedi tutti