Questo sito contribuisce alla audience di

Ingannevole è il cuore più di ogni cosa

Lo scrittore americano JT LeRoy sarà a Roma dal 13 al 17 febbraio in occasione dell'uscita in Italia del film "Ingannevole è il cuore più di ogni cosa" diretto da Asia Argento e tratto dall'omonimo romanzo uscito in Italia per Fazi editore nel 2002.

Babydoll, orsetti di peluche, lacrime di pietra, rossetti fiammanti, carbone avvelenato, polvere di cristallo, meteoriti, sangue, metallo gelido. E poi ancora: mutandine con i pizzi, Tampax che assorbono il male, candeggina che lava via i peccati, Bugs Bunny, Peter Pan, fruste, siringhe e bambole.
In Ingannevole è il cuore più di ogni cosa la devozione si mescola senza soluzione di continuità alla dipendenza, la preghiera all’allucinazione, la tenerezza allo sfacelo.
Jeremiah ha solo quattro anni quando scopre che i suoi veri genitori non sono quelli, amatissimi, che lo hanno cresciuto fino a quel momento: la sua vera mamma è Sarah, una ragazza ancora adolescente che adesso ne ha ottenuto la tutela e che lo coinvolge in una vita nuova, diversa, terribile.
Eppure in qualche modo, giorno dopo giorno, Jeremiah accetta le regole che gli vengono imposte, i travestimenti, la vita randagia da uno stato all’altro, nel cuore di un’America marginale, fatta di roulotte fatiscenti e parcheggi per camionisti, ma anche di immense notti stellate nel deserto, fra la disperazione degli spostati che si fabbricano la droga in cantina e la dolcezza materna delle cameriere nei diners. Le avventure di Jeremiah e Sarah, raccontate in prima persona con la voce incantata e ingenua di un bambino proiettato in un mondo a volte magico e a volte orribile, formano uno straordinario romanzo a episodi che non ha eguali nella letteratura contemporanea per intensità lirica e forza stilistica.

Con Ingannevole è il cuore più di ogni cosa, J.T. LeRoy è stato consacrato il migliore scrittore americano della sua generazione. Come ha scritto un critico alla pubblicazione del libro negli Stati Uniti, forse nessun altro autore vivente sa rendere quanto LeRoy la grazia angelica di un bambino di fronte al mondo, nessuno quanto lui sa trasformare il dolore in bellezza e dolcezza.

“La prima volta che lo incontrai aveva 15 anni e viveva per strada. Ovunque andasse si portava dietro un fax, lo collegava nei posti più strani e mi spediva fax in continuazione. Per anni ho pensato che potesse morire da un momento all’altro.”
Dennis Cooper

“La scrittura di JT LeRoy è selvaggia, autentica e di una bellezza terrificante.”
John Waters

“Ingannevole è il cuore più di ogni cosa mi ha fatto perdere la testa.”
Bono Vox

“Magico comico, nero, indimenticabile.”
Suzanne Vega

“Ingannevole è il cuore più di ogni cosa è un libro affascinante, che rimescola istantaneamente le emozioni e coinvolge i lettori nella vita dei personaggi. L’aspetto più straordinario del libro è che si viene catturati dalle circostanze e dalle vite dei personaggi e si rischia di lasciarsi sfuggire la qualità della scrittura, che è eccezionale. Uno dei motivi per cui il libro è così potente ed efficace è il modo bellissimo in cui è strutturato e scritto.”
Hubert Selby, Jr.

“Potente. LeRoy riesce a trattare in modo semplice le emozioni più complesse e a descrivere, senza traccia di odio o autocommiserazione, le gesta più efferate.”
“Newsweek”

“Il linguaggio di JT Le Roy è lirico e vivido come un fiammifero acceso davanti al viso.”
“New York Times”

“LeRoy ritrae i suoi personaggi malati con la dolcezza di Jean Genet, e descrive i loro atti di sadismo e auto mutilazione con la spietatezza di A. M. Homes. Eppure le storie evitano di cadere in una spirale di mero sensazionalismo. L’opera di LeRoy rappresenta un incredibile traguardo nella sua crescente maestria della forma letteraria.”
“Publishers Weekly”

Ultimi interventi

Vedi tutti