Questo sito contribuisce alla audience di

Lo scrittore americano e la ragazza perbene

Lo scrittore americano e la ragazza perbene è la storia di Nelson Algren, scrittore americano e di Simone de Beauvoir, scrittrice e giornalista francese. L’autrice di questo saggio è Fernanda[...]

Lo scrittore americano e la ragazza perbene è la storia di Nelson Algren, scrittore americano e di Simone de Beauvoir, scrittrice e giornalista francese. L’autrice di questo saggio è Fernanda Pivano il cui amore per la letteratura americana è nota ai più: ha tradotto in italiano L’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters e Addio alle armi di Hemingway. Grazie alla conoscenza della lingua e della cultura americana, ha veicolato in Italia autori come Ginsberg, Fitzgerald, Anderson e tanti altri. La Pivano ha cavalcato la scena intellettuale italiana ed ha trascorsa parte della sua esistenza viaggiando. Amica di De Andrè e di Tullio Pironti, per cui ha pubblicato il saggio. Lo stesso Pironti ha raccontato che il testo era in principio destinato ad altra casa editrice, ma l’amicizia che lo legava alla scrittrice, ha reso possibile il sodalizio artistico.

Non è solo la penna dell’autrice o la scelta di una delle più prestigiose case editrici napoletane a spingere alla lettura del saggio.

La storia narrata,infatti, è l’interessante ricostruzione del vissuto di un grande uomo e di una donna ribelle. “Nelson Algren , questo grande, grandissimo scrittore americano, è famoso nel mondo per due ragioni di gran lunga inferiori alla sua eccezionale qualità letteraria: per la sua storia d’amore con Simone de Beauvoir e per il film ricavato dal suo romanzo The Man with the Golden Arm (L’uomo dal braccio d’oro), interpretato da Frank Sinatra w Kim Novak. Dalla sua decina di libri rimasti nel silenzio esoterico degli specialisti, delle esperienze drammatiche, delle amarezze frustanti e della fine più tragica di qualsiasi suo racconto, si è parlato poco […]”. Così si apre questo libro-dossier sulla vita di questi due giganti della letteratura. Lui dissoluto ma perdutamente innamorato, lei più solare ma fondamentalmente esistenzialista, incapace di lasciare Parigi e Sartre. La de Beauvoir trascorre la giovinezza con Sartre e un gruppo di amici, prima che ciascuno di loro divenisse un esponente di rilievo della cultura francese ed europea. Pomeriggi al cinema, serate nei caffè letterari e viaggi per tutta l’Europa. La passione per la scrittura spinge la Beauvoir a cimentarsi, spronata dallo stesso Sartre. Algren si afferma lentamente in America, come la de Beauvoir a Parigi: entrambi conoscono la fame, la povertà, la miseria. Entrambi nutrono una passione incontrollabile per la letteratura e maturano esperienze come insegnanti.

Un saggio di letteratura per chi ama giocare, curiosare, frugare nella vita di coloro che hanno contribuito alla formazione di un patrimonio artistico senza uguali. “Dopo una settimana trascorsa a Londra Algren arrivò così a Parigi nel marzo 1960 ma l’incontro con la Beauvoir non fu un successo: da quando si erano conosciuti a Chicago la celebrità della Beauvoir era cresciuta enormemente e quella di Algren era crollata”. Il loro rapporto si consoliderà fino a diventare un amore passionale e struggente, che sarà lo stesso Algren a troncare per porre fine a un’infinita sofferenza. “ La Beavoir era stata una parte importante nella vita di Nelson Algren per più di diciassette anni e fu per lui drammatico troncare il loro rapporto: dopo la primavera del 1965 non si videro e non si scrissero più”. Un testo storico ma che lascia spazio al sogno, all’immaginazione di una passione elettiva e carnale allo stesso tempo, consumatosi a colpi di penna. Troppa l’indecisione di Simone, troppo il suo affetto per Sartre, da cui non è mai riuscita realmente a divincolarsi, a costo del suo stesso amore.

Ultimi interventi

Vedi tutti