Questo sito contribuisce alla audience di

Presentato il neoacquisto Martinez alla stampa.

Il trequartista uruguayano classe '83, presentato alla stampa, dichiara di ispirarsi a Francescoli e di aver optato per il Catania nonostante un'agguerrita concorrenza proveniente dalla Spagna.

Jorge Andrès Martinez Barrios, nuovo acquisto del Calcio Catania, è stato presentato nel corso della mattinata di ieri a stampa e tifosi presso la sala “Kennedy” del President Park Hotel.

Queste le prime parole del neoacquisto rossazzurro, accompagnato dalla vecchia conoscenza del campionato italiano Josè Oscar Herrera (ex Cagliari) collaboratore di Paco Casal: “Ringrazio tutti per il caloroso benvenuto spero di ripagare affetto e fiducia. Tatticamente, in avanti, posso giocare in qualsiasi posizione: so di avere grandi responsabilità e non intendo sottrarmi alle stesse. Quanto alla condizione fisica, voglio rassicurarvi: ho regolarmente svolto la preparazione precampionato, prima del trasferimento, credo di essere in linea con i miei nuovi compagni, sono in forma. Avevo offerte dalla Spagna ma ho scelto l’Italia, perché ritengo il vostro campionato molto importante. Il mio connazionale Cavani mi ha rivolto complimenti ed elogi? Si tratta di un amico e di un grande giocatore, non posso che esserne piacevolmente colpito”.

Arriva quindi il momento del doveroso paragone con Enzo Francescoli trequartista uruguayano che, nei ‘90, trascinò il Cagliari a grossi traguardi. Circa Francescoli, queste le parole della nuova mezzapunta rossazzurra: “Per me è stato un idolo, da sempre, e sono stato molto orgoglioso di un accostamento così prestigioso: mi dicevano che gli somigliavo già dai primi anni della mia carriera. Arrivare ai livelli di Enzo Francescoli è difficile, ma posso farcela”. Circa invece l’ovvio paragone con l’altro grande uruguayano dei tempi recenti, il discontinuo Alvaro Recoba, l’anno scorso accostato al Catania, Herrera ha dichiarato: “Alvaro è un campione affermato mentre Jorge deve ancora crescere. Però credo sinceramente che Martinez possa fare almeno tanto quanto ha fatto Recoba, anzi, di più”.

Che sostanzialmente non è nemmeno un’opera tanto complicata.

Le categorie della guida