Questo sito contribuisce alla audience di

I centri commerciali sono a misura di shopping in carrozzina?

Andare a fare la spesa in piena autonomia, per coloro che sono costretti a muoversi con l’ausilio della carrozzina non è certo impresa da poco a causa delle barriere architettoniche[...]

shopping in carrozzina Andare a fare la spesa in piena autonomia, per coloro che sono costretti a muoversi con l’ausilio della carrozzina non è certo impresa da poco a causa delle barriere architettoniche sistematicamente presenti in molti esercizi commerciali.

A ben guardare chi più rispetta la legge che impone l’abbattimento di ciò impedisce il libero accesso a quanti posseggono questa tipologia di disabilità, sono proprio i centri commerciali. Questo anche grazie al fatto che gli stessi carrelli della spesa non devono incontrare ostacoli (porte con maniglia, gradini ecc).

Di questo e altro si parla nel sito Corriere.it. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Arrivare al ristorante autonomamente, ma non poter entrare perché il gradino è troppo alto o il bagno non è accessibile. Riuscire a varcare l’ingresso del negozio ma non potersi muovere all’interno, a causa di piccole scalinate o porte troppo strette.

Boutique, mercerie, negozi di calzature, bar o ristoranti sono spesso ancora poco adatti ad accogliere clienti in carrozzina, soprattutto nei centri storici. Nella maggior parte delle città italiane l’accessibilità ai locali è garantita più in modo formale che sostanziale. Non resta che rinunciare allo shopping se non si è accompagnati da qualcuno, oppure optare per centri commerciali e megastore…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Le categorie della guida