Questo sito contribuisce alla audience di

VII Rapporto sulla sicurezza alimentare

Sempre in azione i "falsari" del cibo "made in Itali"

legambiente Le frodi alimentari tengono sotto attacco la qualità del cibo italiano.

Naturalmente questa situazione per i consumatori implica anche una minore sicurezza per le ricadute sulla salute. E’ il caso per esempio del latte che pur dichiarato come del tutto italiano, spesso risulta invece essere un mix di prodotto proveniente anche dall’estero.

Ciò e altro emerge dal rapporto “Italia a Tavola 2010“. Da quanto scritto risulta che anche carni, prodotti di allevamento e caseari sono a rischio.

Il Movimento Difesa del Cittadino e Legambiente, che lo hanno stilato si basano sui risultati delle indagini dei Nas ma anche lcqrf, Corpo forestale e altri.

Di questo e altro si parla nel sito Legambiente.it. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Mozzarelle blu, rosa e a pois. Le frodi alimentari si colorano di fantasia mettendo sempre più a repentaglio la sicurezza e la qualità del cibo italiani. Non solo i casi delle “mozzarelle colorate” ma anche sequestri di latte qualificato come 100% italiano, e in realtà prodotto da una miscela di latte ungherese e italiano, allevamenti dopati con ormoni, vini e prodotti di qualità falsi. Carni, allevamenti e prodotti lattiero caseari e Made in Italy sono i settori più nel mirino dei contraffattori del cibo…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Le categorie della guida