Questo sito contribuisce alla audience di

Per un pugno di offerte

Anche nei centri commerciali si rischia la rissa se i prodotti in offerta non bastano per tutti

pugnoTra coloro che sono abituali frequentatori di centri commerciali, alzi la mano chi non ha mai visto (o partecipato) alle mega file che si creano quando, soprattutto all’inaugurazione, dei negozi propongono prodotti a prezzi stracciati.

Personalmente l’altro giorno ho rinunciato ad acquistare una fotocamera che aveva un “prezzaccio” veramente molto allettante, proprio perché la fila per entrare in un grande negozio di una famosa catena di elettronica, era veramente troppo lunga.

Rinunciai soprattutto valutando l’infelice tecnica adottata dal venditore: di ciascun articolo, dare pochi esemplari al giorno. E’ il caso di dire che a conti fatti, il rischio di entrare quando ciò che mi interessava fosse ormai esaurito, era troppo alto.

Riallacciandomi alla notizia che giunge da Canicatti, risulta quindi comprensibile (ma non condivisibile certamente) come, in presenza del clima di nervosismo che deriva “dall’assenza dell’agognato bene”, si possa arrivare ad improvvisare una “guerra tra poveri” solo per risparmiare qualche soldo.

Giunsi alla conclusione che quel che desideravo acquistare non valesse lo stress che avrei accumulato per accaparrarmelo. Nel caso siciliano, probabilmente hanno ragionato diversamente.

Di questo e altro si parla nel sito CanicattiWeb.com. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

“Apre il nuovo Iper mercato al centro commerciale “Le Vigne” e scoppia una mega rissa per accaparrarsi i prodotti in offerta. I gestori del nuovo ipermercato “Sidis” avevano pensato di mettere in offerta diversi prodotti in particolare un televisore Full Hd di 32 pollici, ad un prezzo di 249 euro…”

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Le categorie della guida