Questo sito contribuisce alla audience di

Alberi di Natale e inquinamento

Per esempio gli alberi di Natale e naturalmente parliamo di quelli finti

albero di NataleGli alberi di Natale di plastica, si sa, inquinano prima, durante e dopo il loro utilizzo. Soprattutto se provenienti dall’oriente; per esempio per l’esigenza di dover essere trasportato dal luogo di produzione all’Italia.

Naturalmente quando si cerca il prodotto più bello con il miglior rapporto prezzo qualità, a volte non pensiamo a queste cose e il centro commerciale non sempre propone l’ipotesi di acquisto più ecologica e che in genere corrisponde all’albero naturale.

Quest’ultima opzione potrebbe sembrare la più saggia ma anche in questo caso gli ecologisti si dividono.

Probabilmente la scelta ideale che mette tutti d’accordo, operai e imprenditori compresi, è iniziare a comprare “made in Italy”, di qualsiasi tipo di albero di Natale si tratti.
Di questo e altro si parla nel sito AlternativaSostenibile.it. Di seguito la parte introduttiva dell’articolo:

‘La Coldiretti sottolinea che “gli alberi di Natale di plastica prodotti soprattutto in Cina sono ottenuti con materiali che comprendono anche varie leghe metalliche e plastiche tipo polivinilcloruro (PVC) e polietilene tereflalato (PET) che comporta un notevole dispendio di energia ed è fonte di inquinamento nel processo di produzione, durante il trasporto e per lo smaltimento”…’

Per continuare la lettura, basterà cliccare il link correlato. Ciao, Luigi

Le categorie della guida