Questo sito contribuisce alla audience di

Le protesi al silicone sono sicure? (Parte I)

Le protesi al silicone non aumentano l'incidenza di tumore al seno o di altre malattie, ma le protesi di vecchia generazione ... (Parte I)

All’inizio degli anni 90 le protesi mammarie contenenti gel di silicone sono state sottoposte ad un vero e proprio processo di criminalizzazione enormemente amplificato dai media che si è rivelato poi ingiustificato. Alle protesi venne imputato il sospetto di provocare un aumentata incidenza di tumore al seno e di malattie autoimmuni.

Approfondite ricerche cliniche ed epidemiologiche su varie migliaia di pazienti portatrici da decenni di protesi al silicone inequivocabilmente dimostrarono che queste pazienti non presentavano una aumentata incidenza di tumore al seno e/o di altre malattie.

D’altra parte, se il silicone fosse cancerogeno, noi tutti saremmo esposti ad un aumentato rischio di tumore: ogni persona infatti ogni giorno, senza saperlo, assume piccole quantità di questa molecola. Il silicone è infatti presente in moltissimi alimenti, mentre in campo medico è contenuto in vari farmaci (anche ad uso pediatrico), riveste gli aghi, l’interno delle siringhe e dei flaconi per la conservazione del sangue e dei farmaci per iniezione endovenosa; costituisce inoltre il materiale con cui sono prodotte molte protesi cardiache ed ortopediche. Infine il silicone è presente nelle creme di bellezza, nei dopobarba, nei rossetti, negli shampoo, nei balsami ed in numerosi altri prodotti di uso quotidiano. Anche i ciucci per i bambini sono spesso costituiti da un elastomero di silicone.

CONTINUA …