Questo sito contribuisce alla audience di

Chirurgia estetica: arte o scienza? (Parte II)

"Arte è, certamente, il sapere immaginare un risultato prima della sua concretizzazione nella materia ..." (Aristotele) (Parte II)

A questa evoluzioone concettuale hanno fatto rapidamente seguito notevoli progressi anche sul piano chirurgico tanto che oggi, anche nelle situazioni anatomiche più esasperate e distorte, è possibile ottenere risultati brillantissimi, assolutamente naturali e di lunga durata.

La realizzazione di interventi di chirurgia plastica richiede comunque non solo dei principi ben solidi di ordine tecnico, ma anche delle considerazioni di ordine artistico che, se non possono prescindere dal condizionaemnto culturale del chirurgo e dalla concezione che egli ha della forma ideale, devono tuttavia tenere conto anche dei desideri del paziente e della sua situazione psicologica poichè, in definitiva, il risultato deve accontentare il paziente più ancora che lo stesso chirurgo.

Il risultato è comunque spesso un compromesso tra la forma ideale che ne scaturisce e le possibilità anatomiche di realizzarla; ed è appunto nel livello di questo compromesso che risiede l’abilità del chirurgo.