Questo sito contribuisce alla audience di

Blefaroplastica

Come fare se avete la pelle delle palpebre cadente e compaiono in modo irreversibile le antiestetiche "borse" sotto gli occhi: leggete il mio intervento e lo saprete ...

Con il passare del tempo la pelle delle palpebre perde elasticità, diventa eccedente e scende verso il basso, i muscoli si rilassano e compaiono, sia a livello della palpebra inferiore che di quella superiore, delle antiestetiche protuberanze: le borse. Questi cambiamenti fanno apparire più vecchi e più stanchi di quanto non siamo e nei casi più importanti riducono l’apertura dell’occhio e limitano il campo visivo nella sua porzione esterna.
La blefaroplastica risolve queste alterazioni e conferisce al viso un aspetto più giovanile e più riposato. In molti casi i risultati sono permanenti. Le cicatrici risultanti sono praticamente invisibili.
A testimonianza della soddisfazione dei/delle pazienti e della ampia accettazione della metodica, la blefaroplastica è il terzo intervento chirurgico più richiesto negli Stati Uniti preceduto solo dalla liposuzione e dall’inserimento di protesi al seno.
I migliori candidati a questo intervento sono uomini e donne in buone condizioni di salute (non dimentichiamo che la chirurgia estetica deve essere realizzata solo in condizioni di assoluta sicurezza), emozionalmente e psicologicamente stabili e che hanno aspettative realistiche sugli effetti e sui risultati dell’intervento.
La blefaroplastica migliora l’aspetto delle palpebre ma non risolve le zampe di gallina, non risolleva sopracciglia cadenti e non elimina i cerchi scuri intorno alle palpebre: per queste alterazioni esistono altri procedimenti.
L’intervento, a seconda delle necessità del caso, può riguardare solo le palpebre superiori, solo quelle inferiori o entrambe e può essere effettuato a qualsiasi età purché le condizioni di salute generale siano buone.
La blefaroplastica viene in genere effettuata in anestesia locale e non è necessario nessun ricovero.