Questo sito contribuisce alla audience di

Il complesso di Dumbo

L'intervento di otoplastica può essere effettuato già a partire dai 5-6 anni di età perchè ...

Le orecchie prominenti (orecchie “a sventola”) sono caratterizzate da una eccessiva separazione del padiglione auricolare dal cranio e spesso da alterazioni della forma dell’orecchio. Queste alterazioni possono anche riguardare un solo orecchio o comunque possono essere asimmetriche.
Le orecchie troppo sporgenti non sono dannose alla salute ma costituiscono un problema estetico che può causare, specie nei pazienti più giovani, un importante disagio psicologico per la derisione delle persone che li circondano. Possono quindi essere causa di insicurezza oppure, più semplicemente, possono limitare i pazienti, consciamente o inconsciamente, obbligandoli per esempio a portare i capelli più lunghi di quanto desiderino.
La otoplastica corregge ogni alterazione ed ogni asimmetria, i suoi risultati sono naturali e permanenti e le cicatrici sono assolutamente invisibili.
La otoplastica può essere effettuata a partire dai 5-6 anni di età giacché l’orecchio ha già raggiunto il suo completo sviluppo e più precoce è la chirurgia, minore sarà il tempo in cui il bambino dovrà sopportare gli scherzi dei compagni; l’intervento può ovviamente essere realizzato anche negli adulti senza che questo comporti un risultato meno soddisfacente o maggiori problemi chirurgici.
La otoplastica viene in genere effettuata in anestesia locale e non è necessario nessun ricovero. Solo nei bambini più piccoli è necessaria l’anestesia generale.