Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Salve dottore, le scrivo per un dubbio.\nLo scorso anno mi sono operato nella zona sotto-auricolare per una ciste sebacea, che purtroppo si e\' riform

Domanda

Salve dottore, le scrivo per un dubbio. Lo scorso anno mi sono operato nella zona sotto-auricolare per una ciste sebacea, che purtroppo si e' riformata,probabilmente anche perche' il chirurgo mi ha lasciato del filo da sutura dentro la pelle per circa un anno. Fra pochi giorni mi riopero: vorrei chiederLe: per quanto tempo dovro' fare attenzione al sole per evitare la pigmentazione della ferita? grazie mille Manuele

Risposta

Caro Manuele,
la guarigione di tutte le ferite prevede una fase infiammatoria durante la quale la ferita si presenta arrossata e leggermente rilevata. Questo fenomeno è inevitabile: si verifica in ognuno di noi ed in qualsiasi parte del corpo!
Durante questo periodo, che per le cicatrici del viso dura alcuni mesi (circa 6, ma esiste una variabilità individuale), la lesione non deve essere esposta ai raggi ultravioletti (sole e/o lampade abbronzanti) per il pericolo di una pigmentazione che risulterebbe definitiva o comunque di difficile eliminazione.
Una cicatrice può essere esposta ai raggi ultravioletti solo dopo che ha perso la colorazione rossa ed è diventata chiara.
Se poi una persona non può rinunciare all’abbronzatura nonostante sia presente sulla zona da esporre una cicatrice recente, consiglio di evitare comunque le ore centrali della giornata e di proteggere la cicatrice con una crema antisolare a schermo totale possibilmente resistente all’acqua.
Sperando che questa risposta sia stata chiara ed esaustiva, ti invio cari saluti.

Dott. Cesare Azzolini
Specialista in Chirurgia Plastica

man*** - 19 anni e 8 mesi fa
Registrati per commentare