Questo sito contribuisce alla audience di

Pino Russo

Quando la chitarra classica incontra il jazz

Giuseppe Russo, ma per tutti Pino, è chitarrista e docente che opera nell’area torinese. Presso il Centro Jazz Torino, insegna infatti non solo chitarra, ma anche teoria, armonia e musica d’assieme.

Come se non bastasse è in possesso di una laurea in biologia, che credo sia stata messa nel cassetto per fare posto ad una musicalità intensa che si esprime sulla chitarra classica, ma che non conosce limiti di genere musicale.

La sua musica spazia dalle atmosfere sudamericane, al jazz, alla newage. Qualcuno lo ha definito un’ orchestra a sei corde per via del gusto dell’armonizzazione e come descrive Massimiliano Finotti in un articolo pubblicato su Luna Nuova nel ‘98 “Ci si perde nella perfetta indipendenza tra i movimenti dei bassi, le progressioni degli accordi e i temi melodici, tutti incredibilmente suonati con perizia e all’unisono, tanto da far credere che i musicisti siano due o addirittura tre.”

Naturalmente un musicista che si merita questi giudizi, non può passare inosservato e la lunga ed eccellente lista di collaborazioni ne è la testimonianza. Tra i chitarristi, Pino ha avuto la fortuna di suonare con Barney Kessel, e Tal Farlow solo per citarne un paio, mentre tra gli altri strumentisti è stato al fianco di nientemeno che Billy Cobham, Enrico Rava, Tullio De Piscopo e Flavio Boltro, ma l’elenco sarebbe lunghissimo.

Il suo sito personale www.pinorusso.it è curato dal bravissimo Marco, webmaster e promotore in primis di Pino.

Realizzato totalmente in flash su un elegante sfondo che attraversa varie tonalità di blu, è un sito molto accattivante sotto il profilo grafico.

Dopo la homepage si entra in una pagina che presenta il menù di navigazione sulla sinistra ed una foto di Pino intento sulla chitarra. La particolarità è che appena si muove il mouse sulla foto appaiono delle “bolle” che creano un gradevole “effetto acqua”.

Le sezioni del sito si aprono invece con una finestra dei contenuti sulla destra, mentre accanto al menù appare al passaggio del mouse una chitarra che si visualizza a cerchi attraverso lo stesso inusuale “effetto acqua”.

Otto sono le sezioni del sito.

News: con le ultime novità;

Concerts: con le date degli eventi live;

Collaborations: dove è riportata la lunga lista delle collaborazioni con altri musicisti;

Contacts: tel. ed e-mail per contattare direttamente Pino;

Discography: con l’elenco delle uscite discografiche e la pubblicazione del libro in due volumi “La chitarra: Esercizi di tecnica per la mano sinistra” (BMG - Ricordi).

Questo eccellente lavoro è studiato in modo da far lavorare lo studente sull’indipendenza, il sincronismo, le legature e il finger stretching attraverso bicordi e tetracordi su tutta la tastiera allo scopo di sviluppare una buona tecnica della mano sinistra.

Inoltre è un libro che può essere utilizzato da tutti i chitarristi, sia classici che rock che jazz, essendo stato pensato sia per chi suona a plettro, sia per chi usa le dita.

Articles: in questa sezione si trova la rassegna stampa con alcuni articoli dedicati a Pino;

Mp3/Spartiti; interessante sezione dove è possibile scaricare alcuni brani (bella la possibilità di scaricare una versione del brano corta o lunga) e stampare alcune partiture.

Links: con alcuni link

Immancabile poi il Guestbook dove potete lasciare un vostro messaggio.

Concludendo, siamo di fronte ad un bel sito ben realizzato graficamente, per un chitarrista “tutto italiano” che vale sicuramente la pena conoscere.

Le categorie della guida

Link correlati