Questo sito contribuisce alla audience di

Nella crono Gonzales batte tutti

Garzelli crolla, Simoni ne approfitta.

Nella tappa a cronometro fra Merano e Bolzano si rivede sul podio Aitor Gonzales della Fassa Bortolo, uno dei grandi attesi del Giro.

In un tracciato lungo quarantadue chilometri e mezzo, lo spagnolo arriva primo con 50 secondi di vantaggio sullo svedese Backstedt e più di un minuto sull’ucraino Gonchar.

Garzelli, dato per favorito alla vigilia, conclude tredicesimo, crollando a metà gara a causa della stanchezza arrecatagli dai rapporti troppo duri e dal vento ostile.

Non poteva far di meglio Gibo Simoni, settimo in tappa, che mantiene la maglia rosa e ipoteca seriamente la vittoria del Giro a causa del crescente distacco inflitto al suo diretto avversario della Vini Caldirola-Sidermec.

Da segnalare la paurosa caduta di Alessandro Petacchi, che nonostante una spalla sanguinante, riesce a concludere la gara visibilmente acciaccato. Per lui si profila un possibile ritiro dal Giro.