Questo sito contribuisce alla audience di

L’inglese che salì la collina e scese da una montagna, diretto da Christopher Monger

Protagonisti due inglesi, esattamente due cartografi, Reginald Hanson(interpretato da Hugh Grant) e George Garrad(interpretato da Ian Hart).

Lâ��inglese che salì la collina e scese da una montagna “L’inglese che salì la collina e scese da una montagna” è un’ironica commedia britannica del 1995 diretta da Christopher Monger(1950). Il padre, Ifor David Monger nacque a Ffynnon Taf nel Galles ed inventò il soggetto del film. Sceneggiatura a cura di Ivor Monger al quale è dedicato il film. Titolo originale: “The Englishman who went up a hill but came down a mountain”.

“L’inglese che salì la collina e scese da una montagna” è ambientato nel 1917 a Taff’s Well, non molto distanti da Cardiff. E’ una commedia basata sulla secolare ostilità tra i gallesi e gli inglesi, molte saranno le battute di spirito e molti i cliché conosciuti da tutto il mondo.

Il film inizia con la voce narrante, un uomo, che racconta al nipote dei cognomi gallesi e la storia della Montagna di Taff’s Well.
Per non so quale strano motivo che si perde nella notte dei tempi, nel Galles c’è una straordinaria scarsità di cognomi. A quanto pare si chiamano tutti Williams o Jones oppure Evans. Per evitare una confusione generalizzata, i gallesi spesso aggiungono ai cognomi un soprannome relativo all’occupazione. Per esempio c’era un Williams la benzina e un Williams la morte. C’era un Jones la bottiglia e un Jones il cavolo gigante.

Protagonisti due inglesi, esattamente due cartografi, Reginald Hanson(interpretato da Hugh Grant) e George Garrad(interpretato da Ian Hart). I due arrivano a Taff’s Well per misurare la famosa Ffynnon Garw che si dice sia la prima montagna del Galles. Una montagna per essere tale però deve superare i 1000 piedi.

Hanson e Garrad alloggiano da Morgan il montone(interpretato da Colm Meaney), chiamato così per la sua insaziabilità sessuale, quasi tutti gli uomini sono impiegati per la guerra e Morgan allieta le nottate delle donne. Morgan avverte tutto il villaggio della presenza degli “scemi”, così chiama gli inglesi.

I cartografi fanno un primo rilievo ma non sembra andar bene per la montagna, infatti Garrad sostiene che Ffynnon Garw ha solo 984 piedi e che quindi è un collina e non sarà inserita nelle carte. “Le mappe sono la biancheria intima di una nazione, danno la forma ai continenti” sostiene poeticamente Morgan palpeggiando furbescamente Betty(interpretata da Tara Fitzgerald).

Tante storie ma perché? Sarà una collina, sarà una montagna? Forse non avrebbe importanza in nessun altro posto ma, qui, siamo nel Galles. Gli egiziani costruirono piramidi, i greci i templi, noi, invece, non facemmo niente del genere perché avevamo le montagne. Sì i gallesi furono creati dalle montagne, dove cominciano le montagne, là comincia il Galles”.

Di certo, gli abitanti del villaggio, non potevano lasciar andar via i due cartografi con l’asserzione che la loro montagna era una collina. Morgan il montone e il Reverendo Robert Jones(interpretato da Kenneth Griffith) eterni nemici si unirono per aggiungere, insieme a tutto il villaggio, 20 piedi di terra a Ffynnon Garw. E così tutto il villaggio imbrogliò gli inglesi tenendoli fermi nel villaggio.

Il titolo “L’inglese che salì la collina e scese da una montagna” è il sopranome dato ad Hanson.

Trailer:

l inglese che salì la collina e scese da una montagna
l inglese che salì la collina e scese da una montagna l inglese che salì la collina e scese da una montagna l inglese che salì la collina e scese da una montagna

l inglese che salì la collina e scese da una montagna l inglese che salì la collina e scese da una montagna l inglese che salì la collina e scese da una montagna

l inglese che salì la collina e scese da una montagna l inglese che salì la collina e scese da una montagna l inglese che salì la collina e scese da una montagna