Questo sito contribuisce alla audience di

Wristcutters – a love story, diretto da Goran Dukic, 2006

Dovete sapere che esiste un mondo senza stelle e senza sorrisi nel quale finisco tutte le persone morte per suicidio ed è proprio in questo mondo che finisce Zia.

Wristcutters â�� a love story “Wristcutters – a love story” è una fantastica commedia nera del 2006 diretta da Goran Dukic. Dovrebbe uscire quest’anno nelle nostre sale. Il regista croato ha iniziato nel 1991 con un cortometraggio “Myrtha impara Stastiche” e nel 1992 con un documentario “Special Guests” vincitore del Premio Oktavijan per il Miglior Cortometraggio. Si è cimentato anche nella recitazione, per esempio nel 2004 con “C.S.I.”.

“Wristcutters – a love story” è già diventato un film cult e ha vinto numerosi premi e nomination. Al Gen Art Film ha vinto per il Miglior Film; al Motovun Film Festival il Premio del Pubblico ed il premio Elica di Montona; al Philadelphia Film Festival il Miglior Regista prima volta ed il Premio della Giuria; al Seattle International Film Festival il Premio Golden Space Needle; al Wisconsin Fil Festival il Premio del Pubblico per il miglior film narrativo.

“Wristcutters – a love story” ha una trama molto creativa e divertente, ed un cast formidabile. Il film narra di un giovane ragazzo del New Jersey di nome Zia(interpretato da Patrick Fugit) innamorato di una splendida ragazza bionda Desiree(interpretata da Leslie Bibb). I due si lasciano e per Zia inizia un periodo buio, la sua camera è irriconoscibile, vive in un disordine immondo sino ad una mattina nella quale si sveglia e sistema tutto.

E’ la mattina del suo suicidio. Prima riordina ogni cosa e pulisce per bene, poi entra in bagno e si taglia le vene dei polsi. Muore solo a terra guardando una pallottola di polvere sfuggita alla sua maniacale pulizia. Ma la morte non è la fine delle sue pene anzi l’inizio.

Dovete sapere che esiste un mondo senza stelle e senza sorrisi nel quale finisco tutte le persone morte per suicidio ed è proprio in questo mondo che finisce Zia. Nel mondo dei suicidi tutti hanno un lavoro e Zia sarà un pizzaiolo al Kamikaze Pizza. Zia vive con Eric(interpretato da Abraham Benrubi) un omone un po’ stupido goloso di formaggio. I giorni si ripetono tutti uguali sino a che Zia incontra Eugene(interpretato da Shea Whigham) un musicista rock russo che vive con la sua famiglia nel mondo dei suicidi.

Eugene si è suicidato per primo con una birra e la chitarra elettrica durante un concerto, la madre si è suicidata in ospedale perché le mancava troppo la Russia, il padre perché le mancava la madre ed il fratellino perché è gay. Vivono quindi tutti insieme ed è molto raro che nel mondo dei suicidi accada una cosa del genere.

Quando Zia scopre che Desiree si è suicidata dopo un mese dalla sua morte inizia un viaggio lunghissimo per ritrovarla nel quale Zia incontra anche Mikal(interpretata da Shannyn Sossamon) una ragazza suicida per sbaglio, infatti in realtà è morta di overdose.

Durante il viaggio si incontra anche Kneller(interpretato dal celebre Tom Waits), Messiah(interpretato da Will Arnett), Mike(interpretato da Mark Bibb Jr), Jim(interpretato da Clayne Crawford).

“Wristcutters – a love story” è una splendida commedia nella quale l’humor nero è alla base del racconto, il film è tratto da una storia di Etgar Keret “Kneller’s Happy Campers”. Interessanti il buco nero che si trova sotto il sedile anteriore della macchina di Eugene, il buco nero inghiotte ogni cosa: accendini, rossetti, occhiali da sole, fiori, persone.

Splendida colonna sonora curata da Bobby Jonathan, sono presenti brani di Tom Waits. Prodotto dalla NO Matter Pictures, Crispy Film, Adam Sherman Inc, Halcyon Pictures LTD. Distribuito dalla UBU.

Trailer:

wristcutters a love story
wristcutters a love story wristcutters a love story wristcutters a love story

wristcutters a love story wristcutters a love story wristcutters a love story

wristcutters a love story wristcutters a love story wristcutters a love story

wristcutters a love story wristcutters a love story