Questo sito contribuisce alla audience di

Benvenuti al sud, di Luca Miniero, 2010

“Benvenuti al sud” vede come protagonista principale Alberto (interpretato da Claudio Bisio). Alberto è il responsabile dell’ufficio postale di un paesino situato in Brianza.

benvenuti al sud “Benvenuti al sud” è una commedia italiana del 2010 diretta da Luca Miniero. Il regista italiano ha esordito nel 2001 con il film “Incantesimo napoletano”, segue nel 2004 “Nessun messaggio in segreteria” e nel 2007 “Questa notte è ancora nostra”.

La pellicola è uscita nelle sale italiane il 1 ottobre 2010 ed è riuscita a mandar giù dalla classifica dei film più visti nello scorso week end (1-3 ottobre) il film di NolanInception”.

“Benvenuti al sud” (remake di una commedia franceseBienvenue chez le Ch’tis”) vede come protagonista principale Alberto (interpretato da Claudio Bisio). Alberto è il responsabile dell’ufficio postale di un paesino situato in Brianza.

Ma sta cercando di ottenere un trasferimento repentino a causa della pressione esercitata dalla moglie Silvia (interpretata da Angela Finocchiaro). Disposto a tutto per l’esattezza anche fingere di essere un invalido per riuscire a salire nella graduatoria dei trasferimenti del personale.

Purtroppo viene scoperto ed ovviamente punito con un trasferimento agli antipodi di ciò che Alberto voleva ottenere: viene trasferito in una paesino della Campania. Per un abitante del nord Italia non può che essere un inferno.

Alberto parte quindi per una terra che disprezza, colmo di preconcetti ed idee che vanno dalla camorra alla denominazione di terrone. Ma qualcosa cambia in lui e si accorge, invece, che quella terra è ricca di fascino.

Nel cast: Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini, Nando Paone, Giacomo Rizzo, Teco Celio, Fulvio Falzarano, Nunzia Schiano, Alessandro Vighi, Francesco Albanese, Salvatore Misticone, Riccardo Zinna, Naike Rivelli.

Durata 101 minuti. Distribuito da Medusa Film. Prodotto da Medua Film, Cattleya. La sceneggiatura è stata curata da Massimo Gaudioso.

Trailer: