Questo sito contribuisce alla audience di

War Toons - La propaganda militare nei cartoni animati

Uno dei strumenti più potenti utilizzati durante le ultime guerre è stata la propaganda militare per rafforzare lo spirito patriottico. L'animazione è stato uno dei media utilizzati per queste campagne...

Durante un mio soggiorno nella città di Toronto ho cercato di raccogliere materiale (libri, film,…) sul cinema d’animazione canadese. Il Canada è uno dei principali paesi che produce cinema d’animazione di alto livello, anche grazie alla presenza di un organizzazione che ben promuove e sostiene il made in Canada, parlo della “National Film Board of Canada” che è stata segnata dalla produzione di grandi artisti come il leggendario Norman McLaren.






Mentre mi aggiravo per le strade di Toronto giù nella “downtown”, affascinato come un bambino che per la prima volta viene lasciato solo in un negozio di giocattoli, non staccavo gli occhi dagli innumerevoli manifesti di mostre e rassegne che ovunque pubblicizzavano il cartoon in tutte le sue espressioni.
Qui, infatti, il cartoon è cultura con la “C” maiuscola e ben in vista!, non è relegato come da noi ad un ruolo di mero intrattenimento di bambini abbandonati davanti alla TV o di rassegnati genitori che, trasformati in accompagnatori da un qualche evento mediatico creato dalle “major” cinematografiche, passano ore in fila davanti ai botteghini del cinema!
Cosa mi ha colpito maggiormente? Un piccolo, apparentemente innocuo, volantino (definire manifesto un formato “A4″ mi sembra esagerato…) di quelli fotocopiati in casa su fogli colorati per renderli un pò più “interessanti”… il titolo del volantino “WAR TOONS”. Mi sono subito chiesto di cosa si trattasse. Ho continuato la lettura… si “parlava” di una mini rassegna realizzata da un privato, che dopo aver raccolto negli anni, preziosi quanto introvabili film “Super8″ dedicati al cartoon di propaganda militare, aveva organizzato una visione per pochi intimi (una quindicina di posti circa) nella sua abitazione!
Recatomi presso la casa-cinema dell’intraprendente cineasta, mi sono trovato davanti ad un simpatico cinquantenne che mi ha accolto all’ingresso con un dolce della fortuna (???) e regolare ricevuta-biglietto, Mi ha fatto accomodare nella stanza adiacente, dove dopo una breve introduzione storico-didattica sull’argomento trattato, ha aperto il suo piccolo schermo e acceso il proiettore…
Sono rimasto letteralmente a bocca aperta nel vedere gli innocui personaggi della mia infanzia come Daffy Duck, combattere nazisti e giapponesi con episodi dai titoli davvero molto espliciti come “Kill the Jap!” o “The Ducktators”, dove i nostri paperi fanno il verso a Mussolini ed Hitler, ed ancora “Confusions of a Nutzy Spy” (con il “dolce” maialino Piggy), “Tokio Jokio” che spiega quanto sia inferiore il giapponese!?, “Bugs Bunny Nips the Nips” con il coniglietto Bugs Bunny che affronta i piloti nipponici nel pacifico come accade anche a Popeye (il nostro “Braccio di Ferro”) in “You’re a Sap, Mr. Jap” del 1942.

Per un elenco esauriente seguite questo link o quest’altro ricco di videoclip.

Del resto sapevo già che la genesi di molti personaggi è legata a necessità propagandistiche, uno fra tutti (forse la bandiera di questo genere) può essere l’eroe “stars and stripes”, il super-soldato creato per sconfiggere l’invasore: Capitan America, riabilitato negli anni sessanta a difensore dell’umanità contro super-nemici molto meno “fastidiosi”… non scordiamo cosa rappresenta lo stesso Superman.

Dal momento che la propaganda è sempre stata utile ai fini militari dato che un’immagine, una strip satirica riesce spesso a dire cose altrimenti impossibili solo da pronuciare. Anche oggi è possibile trovare esempi di questo tipo:

WWW.POLITICATOONS.COM :
Questo sito dichiaratamente (spesso al limite della decenza come per “Pray For Our Soldiers”) pro-america, mostra una serie di animazioni che illustrano in forma demenziale gli eventi bellici dell’ultima ora…
WWW.MY-TV.IT
In questo sito tutto italico, possiamo goderci le avventure del nostro GINO nazionale, quello per intenderci diventato famoso con la parodia del tormentone di Renato Carosone: “Tu vuo’ fa’ ‘o talebano”
Da segnalare lo speciale:
“Bush il lungimirante”.


WarToons
“Scrap Happy Daffy”
con Daffy Duck - 1943

WarToons
“Der Fuehrer’s Face”
con Donald Duck (Paperino) a Naziland - 1942

WarToons
Daffy The Commando”
con Daffy Duck - 1943

WarToons
“Scrap Happy Daffy”
con Daffy Duck - 1943

WarToons
“The Ducktators”
I personagg: Hitler,
Mussolini e Giapponesi,
sono rappresentati da
paperi. - 1942

WarToons
Capitan America

WarToons
www.politicaltoons.com