Questo sito contribuisce alla audience di

IL CUSTODE

La famiglia Doyle (madre e due figli) si trasferisce in una zona rurale della California per ricominciare daccapo ed impiantare una nuova attività.

La famiglia Doyle (madre e due figli) si trasferisce in una zona rurale della California per ricominciare daccapo ed impiantare una nuova attività. La Società di pompe funebri dei Fratelli Fowler ora appartiene a loro. Gli abitanti del luogo ne hanno sempre avuto timore e le dicerie sulla famiglia Fowler cessano alla loro morte. I Doyle scopriranno presto che qualcosa si nasconde vicino la loro casa. Accadranno molti episodi sinistri e si rendono conto che i passati residenti, vivi o morti, non hanno nessuna intenzione di lasciarli soli.

Tobe Hooper è uno di quei nomi che chi ama il genere horror conosce molto bene. Con una carriera fatta di alti e bassi, Hooper però è colui che ha diretto nel 1974 The Texas Chainsaw Massacre (Non aprite quella porta, dobbiamo dire che il titolo italiano è altamente evocativo), giustamente ritenuto uno dei migliori film mai realizzati da un vero fatto di cronaca. Hooper ha dato alla luce film epocali come Poltergeist, Il tunnel dell’orrore o Space vampires, poi basta, o meglio ha continuato a lavorare ma per la televisione. Suoi colleghi come Wes Craven o Joe Dante, hanno detto che “il genere horror funziona ciclicamente, cioè torna al successo ogni 15 anni”, e Joe Dante ha aggiunto che “il rinnovato successo dell’horror, in questo momento, si può imputare al tormentato periodo storico che il mondo sta vivendo e che, quindi, verrebbe esorcizzato e rappresentato da questo tipo di cinema”. Tobe Hooper ha sottolineato che “in un mondo degradato, spossato come quello in cui viviamo, la cosa che più mi interessa è raccontare realtà divise, all’interno delle quali vivono fanciulle pure e giovani dannati e corruttori.