Questo sito contribuisce alla audience di

Clock Tower arriva al cinema

Ad adattare la trama di Clock Tower per il cinema ci ha pensato lo sceneggiatore Jake Wade Wall (Chiamata da uno sconosciuto).

Cosa hanno in comune Tron, Final Fantasy, BloodRayne, Tomb Raider, Mortal Kombat, Resident Evil, Doom e Silent Hill? Sono tutti film nati come videogiochi e che grazie alla fervida immaginazione di qualche sceneggiatore sono stati trasposti su grande schermo, un fenomeno che sta acquisendo proporzioni sempre maggiori e che presto vedrà la realizzazione di Clock Tower.

Sarà infatti il cileno Jorge Olguín (Angel Nero, Sangre Eterna) a dirigere il film basato sul videogame horror di tre capitoli distribuiti fra le due Playstation, lanciato nel 1995 dalla società giapponese Capcom (la stessa software house che ha realizzato Resident Evil, Devil May Cry e Onimusha) e che nel giro di qualche anno si è trasformato nel gioco più seguito nel mondo, con 2 milioni di copie vendute solo per il terzo capitolo.

Ad adattare la trama di Clock Tower per il cinema ci ha pensato lo sceneggiatore Jake Wade Wall (Chiamata da uno sconosciuto). La storia è tipica dei migliori film horror: Alyssa riceve una telefonata “disturbata” dalla madre – che non sente da molto tempo – che l’avverte di non tornare a casa. Quando la ragazza inizia a investigare scopre la terribile verità sul perché anni prima la donna l’avesse mandata in collegio.

In attesa che inizino le riprese di Clock Tower (non se ne parla fino al prossimo autunno) gli amanti del genere “film-videogame” potranno godersi l’uscita nelle sale di Silent Hill, che presto verrà seguita da quella di Half-Life (diretto da Jennifer Phang, in uscita a ottobre) mentre per la trasposizione di un altro classico del genere, Halo, bisognerà attendere fino al 2008.

Link correlati