Questo sito contribuisce alla audience di

Hilary Ann Swank

Data e luogo di nascita: 30 Luglio 1974,Bellingham, Usa.

La dirompente bellezza androgina racchiusa in un corpo atletico e in quei lineamenti così forti, addolciti da uno sguardo decisamente seduttivo, la rendono una tra le donne più affascinati di Hollywood. Ma il biglietto da visita di questa tosta “bad-girl” è senz’altro la tenacia e l’indiscutibile talento!
Con l’amore per il teatro che scorre nelle vene, Hilary Swank debutta sul palcoscenico a soli 9 anni nel ruolo di Mowgli ne “Il Libro della Giungla”.
Oltre a coltivare la passione per la recitazione, la giovane, durante l’adolescenza, eccelle in vari sport come il nuoto e la ginnastica artistica, entrambi praticati a livello agonistico con vittorie e piazzamenti in ambito nazionale.
Dopo aver vissuto fino all’età di 16 anni a Bellingham nello stato di Washington, la ragazza decide di seguire la sua predilezione per la settima arte trasferendosi a Los Angeles in cerca di fortuna. Nella sfavillante città degli angeli e dei sogni spesso infranti, Hilary e la madre Judy, avendo risorse economiche assai limitate, sono costrette a vivere i primi mesi in automobile.
Ma la fortuna gira per tutti e finalmente, la Swank viene notata dalla produttrice Suzy Sachs che le trova presto un ingaggio nel telefilm ABC TGIF, al fianco di Tim Allen. Nel 1992 esordisce al cinema in Buffy L’ammazzavampiri, dove indossa i panni dell’amica del cuore della bionda cacciatrice che ha il volto di Kristy Swanson.
Ventiquattro mesi più tardi, sbaraglia migliaia di aspiranti “eroine” ottenendo il ruolo da protagonista in Karate Kid 4: prima delle riprese si prepara meticolosamente, allenandosi cinque ore al giorno.
Il 28 Settembre del 1997 convola a nozze con il collega Chad Lowe, incontrato sul set di Lolita - I peccati di Hollywood: i due attualmente sono separati.
Nel 1999 la carriera di questa 32enne, dalle radici spagnole e native americane, subisce un’eccezionale svolta quando si aggiudica la parte dell’ambigua Teena Brandon nello sconvolgente Boys Don’t Cry. Il film tratta la storia vera di una giovane del Nebraska che si celava sotto spoglie maschili spacciandosi come Brandon Teena. La performance da ragazzaccio offertaci dalla Swank è tanto sbalorditiva quanto sconcertante. Così, la notte della 72esima edizione degli Academy Awards, Hilary riceve l’Oscar come Miglior Attrice Protagonista dalle mani di Roberto Benigni, premio soffiato a una molto più accreditata Annette Bening.
Nel 2004, la Swank sottrae ancora una volta la statuetta alla “Signora Betty”; grazie alla sublime interpretazione in Million Dollar Baby infatti, la diva è stata decretata di nuovo Miglior Attrice Protagonista. E pensare che il personaggio di Maggie Fitzgerald era stato assegnato inizialmente a Sandra Bullock che, tuttavia, ha abbandonato il progetto di Mr. Eastwood per altri impegni.
Senza ombra di dubbio questo ruolo è calzato a pennello alla nostra Hilary che, per calarsi nelle vesti della pugilessa, si è allenata duramente, giorno e notte.
Dopo The Black Dahlia di Brian De Palma rivedremo la diva in molteplici pellicole tra le quali l’horror The Reaping e il thriller psicologico Labyrinth. Nel tempo libero l’attrice pratica lo sci, lo sci d’acqua e il rafting. Inoltre, non disdegna mai la compagnia dei suoi piccoli amici: un gatto, due cani e un pappagallo.

Link correlati