Questo sito contribuisce alla audience di

LA CASA DEL DEMONIO

(DEVIL'S HOUSE) di Carlo Mattucci

Prodotto semisconosciuto proveniente dalla provincia di Teramo, realizzato nel lontano 1988 è stato sicuramente uno dei primi tentativi in campo horror amatoriale casereccio, in parole povere un precursore dimenticato e volutamente sotterrato nell’underground più profondo. La reperibilità di tale horror è assolutamente impossibile visto che per avere una copia in prestito io ho dovuto pregare in ginocchio chi ha collaborato a tale opera (gli stessi artefici credo che rinneghino tale documento storico). Io non ho mollato e sono riuscito ad avere tra le mani questo cortometraggio diviso in 4 mini capitoli. La storia narra dei fratelli gemelli Bill e Tony, tranquille persone di città, che decidono di comprare una casa rurale a poco prezzo. Per loro sfortuna e disgrazia acquistano la temibile & famigerata “villetta Sherry” ed inoltre vengono maledetti dal grottesco e deforme gobbo Quasimodo:personaggio ambiguo e mistico (anche un po’ idiota in certi versi) che sa molte cose sulla villa . In una desolata campagna, i due giungono alla casa maledetta e Tony rimane per fare delle pulizie. Da qui in poi verrà posseduto da una forza maligna che gli causerà molti disturbi, cambi di personalità e raptus di violenza. Sarà vano il tentativo del Dottor Heckill (apprezziamo la scelta dell’originalità dei nomi) di curarlo. Intanto il povero Tony, oramai oscurato dall’ombra malevola della casa, seminerà varie vittime: una ragazza di nome Lola e il sindaco del paese Colin Wilde. Il fratello di Tony in preda alla disperazione, racchiude le sue ultime speranze nella devozione verso il sacerdote Grendel.

Link correlati