Questo sito contribuisce alla audience di

La vita horror di Elisha

La giovane star del serial tv "24" nel film-choc di Roland Joffé "Captivity" al centro di polemiche in Usa. In Italia dal 31 agosto La vita horror di Elisha "Se c'è sangue mi diverto"

“Non ci sono dubbi, il film è sanguinario, chi ha lo stomaco debole ci deve andare sapendolo”. La voce di Elisha Cuthbert, 24 anni, la biondina diventata popolare come figlia di Kiefer Sutherland nelle prime tre stagioni della serie televisiva “24″, protagonista di La ragazza della porta accanto e di un horror come La casa di cera, arriva chiara dal Giappone, dove sta promuovendo il suo nuovo film, un altro horror con la H maiuscola, Captivity.

Originaria del Canada, dove ha cominciato la sua carriera come modella fin da bambina, Elisha si sta imponendo come una delle più promettenti giovani attrici del momento a Hollywood, e non solo nel campo del cinema horror. In Captivity, diretto da Roland Joffé (Oscar per “Urla del silenzio”), Elisha Cuthbert è una giovane di successo che viene catturata da un folle ammiratore e sottoposta a ogni tipo di tortura fisica e psicologica prima di scoprire che non è sola nella prigione. Il film, uscito negli Usa venerdì 13 luglio, arriva in Italia il 31 agosto con la Filmauro.

Link correlati