Questo sito contribuisce alla audience di

Tornano i mostri della Universal

Nella febbre da remake che affossa l'horror americano, ci si mette pure la Universal, che progetta nuove versioni dei propri Miti.

La moglie di FrankensteinLa febbre da remake non risparmia niente e nessuno. E’ un circolo vizioso dal quale, a quanto sembra, non c’è modo di uscir fuori, perlomeno per il momento.

La considerazione che ormai quasi il 50% degli horror che escono in America siano dei remake, è a dir poco sconfortante. D’altronde, finchè questi prodotti continueranno a portare nelle case dei produttori fior di quattrini, è probabile che il fenomeno vada avanti dritto filato per la sua strada.

Stavolta ci pensa la Universal, che ha deciso di riportare sullo schermo alcuni dei mitici “mostri” dell’horror gotico anni ‘30 e ‘40. Pellicole storiche che avrebbero meritato di riposare serene nei propri loculi da leggenda, e che invece a quanto pare dovranno forzatamente rivedere la luce.

Di sicuro c’è già che a novembre uscirà una nuova versione del Mito del licantropo: il film si chiamerà The Wolf Man, sarà diretto da Joe Johnston, e vedrà all’opera un cast all star con Benicio Del Toro, Anthony Hopkins e Emily Blunt.

Pare che poi sarà realizzato anche un rifacimento de La moglie di Frankenstein, film di James Whale del 1935. La pellicola sarà diretta da Neil Burger, già regista del non eccelso The Illusionist. Sembra inoltre che si stia anche progettando una nuova versione de Il mostro della laguna nera.

Dove andremo a finire… ma qualche idea nuova no ??