Questo sito contribuisce alla audience di

The Eternal: la morte del vampiro

Nuova pellicola in arrivo, con un non-morto ultracentenario che naviga verso il suo oblio.

The Eternal PosterI vampiri al cinema sono un tema sempre e comunque ricorrente e affascinante. Nonostante sia stato ormai detto e visto praticamente tutto sull’argomento, registi e sceneggiatori continuano a sfruttare il Mito per cercare nuove strade narrative (o per guadagnare facili incassi con prodotti scontati e ripetitivi).

Per fortuna, in realtà, qualche pellicola vampirica di alto livello, ogni tanto, ancora esce fuori. Ne abbiamo avuto un fulgido esempio con il bellissimo Lasciami Entrare. Chissà che possa offrirci qualcosa di buono anche The Eternal, nuovo film diretto da Justin McConnell, tratto da una graphic novel, e interpretato da Adam Kenneth Wilson, attualmente alla ricerca di una distribuzione in patria e sui mercati internazionali.

Protagonista del racconto è Samuel Gradius, vampiro di antica creazione. Ha ormai 500 anni, e nella sua lunghissima vita ha visto di tutto: regni cresciuti e poi caduti, distruzioni, cataclismi, rivoluzioni. Spesso, con il solo potere delle sue mani, ha cambiato egli stesso il destino dell’umanità. Ora però Samuel è stanco, maledettamente stanco. Non ne può più, e vorrebbe morire. Decide però di non suicidarsi, ma di lasciarsi andare gradualmente verso l’oblio, un po’ alla volta, per sperimentare in qualche modo la sofferenza umana, e l’attesa dell’aldilà…

La sinossi pare riportare al concetto del “vampiro stanco e disilluso“, brillantemente espresso dal dolore di Klaus Kinski nel Nosferatu di Werner Herzog trent’anni fa, e anche a temi molto cari ai romanzi di Anne Rice.

Ecco un primo trailer.