Questo sito contribuisce alla audience di

Exit Humanity, guerra e zombi

In arrivo un nuovo horror in cui i morti viventi risorgono dalla ceneri della Guerra Civile Americana.

exit humanityZombi. Sempre e comunque. Ancora. La moda di questi ultimi anni, che vede i morti viventi come soggetti preponderanti nel cinema horror americano e non solo, continua a generare nuovi prodotti.

Questa volta è il turno di Exit Humanity, film scritto e diretto da John Geddes, e interpretato da un interessante cast in cui spiccano Bill Moseley (La casa del diavolo, La casa dei 1000 corpi), Dee Wallace (Le colline hanno gli occhi), e Stephen McHattie (A History of Violence).

Da quello che per ora è trapelato, la trama tratta la storia di un giovane soldato, che durante la guerra civile americana si ritrova a dover combattere una terribile e mortale epidemia che colpisce un villaggio. I contagiati infatti muoiono, ma subito dopo ritornano sulla terra affamati di carne umana.

Uno zombi movie insolito, dunque, almeno sulla carta, in quanto ambientato non nella contemporaneità ma in un periodo storico ben determinato.

Le riprese sono da poco terminate, e il lavoro di Geddes è attualmente in postproduzione.